sicurezza Facebook

La sicurezza riguardo il famoso social network è un argomento molto delicato.
E’ importante non sottovalutare i rischi, spesso collegati ad un uso non attento di Facebook, che possono ad esempio compromettere il proprio profilo.

Vediamo quindi quali sono le misure che chiunque abbia un profilo Facebook può adottare in modo semplice.

– Non aprire video (o meglio finti video) che cercano di attirare la vostra attenzione (se siete taggati ignorateli). Possono portarvi a siti contenenti malware o farvi scaricare inconsapevolmente software nocivo.

– Ricordarsi di effettuare sempre il logout. Non dimenticare che potenzialmente qualcun’altro potrebbe utilizzare il dispositivo.

– Verificare di utilizzare sempre il protocollo HTTPS.

– Andare in Impostazioni -> Protezione e verificare che siano attivi gli Avvisi di accesso, in questo modo si riceverà un avviso ogni qualvolta qualcuno accede con il tuo account da una nuova postazione.

– Cambiare le impostazioni della privacy relative alla visualizzazione dell’indirizzo e-mail nel proprio profilo se sono settate su Pubblico.

– Utilizzare una password complessa.

– Abilitare la Protezione per gli accessi (si trova sempre in Impostazioni -> Protezione). In questo modo ogni qualvolta si tenterà di accedere da una nuova postazione Facebook chiederà un codice, che verrà spedito solo al vostro cellulare (occorre naturalmente avere associato il proprio numero).

– Non accedere a Facebook da dispositivi non conosciuti o che potrebbero essere potenzialmente compromessi (es. Internet points).

– Utilizzare un browser sicuro (es. Google Chrome) e accertarsi che sia aggiornato.

– Non utilizzare applicazioni che sono sospette (alcune applicazioni Facebook possono catturare in modo silente informazioni personali).

– Non immettere i dati di login al di fuori della form di login ufficiale di Facebook.

– Non condividere o salvare la propria password Facebook.

– Controllare sempre l’indirizzo quando si effettua il login. Ci sono siti di phishing in cui è presente una pagina falsa di login identica a quella di Facebook.

Nonostante la crisi economica che fa ristagnare il mercato del lavoro ci sono diverse figure professionali molto richieste nel campo dell’IT, vediamo quali sono.

Ingegnere del software: spesso confuso con la figura del programmatore, mentre quest’ultimo produce il codice che permette ad un programma di girare, l’ingegnere del software ne disegna il processo di sviluppo.

Specialista Configuration Management: è una attività del processo di sviluppo del software, ha lo scopo di permettere la gestione ed il controllo degli oggetti di sistemi complessi.

Sviluppatore software: disegna, sviluppa e mantiene le applicazioni utilizzando i vari linguaggi di programmazione. I più richiesti sono relativi allo sviluppo di applicazioni web.

Amministratore di sistema: installa, mantiene e supporta tutta l’infrastruttura tecnologica sia a livello hardware che software.

Project Manager: il suo ruolo è quello di pianificare, eseguire e finalizzare i progetti in base alle scadenze ed al budget.

Analista di business: è una figura professionale di supporto sia alla direzione strategica-manageriale che ai gruppi IT.
L’attività è caratterizzata dalla raccolta dei requisiti di business, dalla loro analisi, per giungere alla stesura di Analisi Funzionali (o Specifiche) che riflettono i cambiamenti e gli sviluppi richiesti per il raggiungimento degli obiettivi e il soddisfacimento dei requisiti iniziali.

Big Data manager e analista: individua e mostra in modo semplice il dato utile a sciogliere un problema o rendere più semplice una decisione complessa tra le milioni di informazioni che riguardano un sistema aziendale.

Esperto cloud computing: implementa soluzioni di cloud computing. Le piattaforme più conosciute sono Amazon AWS, Microsoft Azure, Google App Engine e Google Compute Engine, Rackspace Cloud, Heroku.

Esperto sicurezza informatica: è specializzato nel garantire la sicurezza dei sistemi informatici contro virus, ingressi non autorizzati, sottrazione di dati ecc…

Controllo qualità del software: si occupa di effettuare test (di varie tipologie) al fine di verificare il corretto funzionamento del software.

Si tratta di figure professionali tutte altamente specializzate e redditizie che possono offrire delle ottime opportunità lavorative sia in Italia che all’Estero.

I programmi free e opensource più utili ed interessanti del mese di Giugno:

Battery Optimizer

Battery Optimizer è un software Windows per la diagnostica delle batterie dei portatili.

CloneApp

CloneApp è un utile software Windows per il backup delle impostazioni dei programmi (dalle cartelle dei programmi e dal registro di Windows).

ESET AV Remover

ESET AV Remover permette di disinstallare facilmente vari software Antivirus.

Bleep

Bleep è un software multipiattaforma per comunicazioni private e sicure.

Sunshine

Sunshine è un software multipiattaforma che permette di condividere i files senza utilizzare il cloud storage.

Slack HipChat Flowdock

In un gruppo di lavoro la comunicazione è molto importante, quindi scegliere uno strumento che facili la collaborazione è fondamentale.
Skype e Google Hangouts sono forse quelli più conosciuti, gratuitamente permettono di avviare chat e video conversazioni sia via desktop che mobile.

Ma esistono molti altri strumenti pensati proprio per l’utilizzo all’interno di un team, con funzionalità anche esclusive, vediamo quali sono i più comuni:

Slack, gratuito, permette di creare canali aperti per i progetti, gruppi e argomenti che tutto il team condivide. I canali includono messaggi, files e commenti, immagini e video inline e l’integrazione con molti servizi quali Twitter, Dropbox e Google Drive. Completa cronologia e ricerca attraverso tutte le conversazioni.

HipChat, versione Basic gratuita include app native Mac, Windows, iOS, and Android, chat di gruppo, accesso come ospite, integrazioni illimitate (sono davvero tante), uno storage di 5gb e ricerca in cronologia fino a 25000 messaggi; la versione Plus ha più funzionalità.

Flowdock è gratuito per un gruppo di 5 o meno persone e per le organizzazioni non profit, altrimenti è previsto un piano dal costo mensile di 3$ per utente. I gruppi sono organizzati in flussi, è possibile menzionare gli utenti come su Twitter, upload drag and drop, notifiche desktop e mobile, conversazioni nidificate e molto altro.

Campfire gratuito per 4 utenti e 10mb storage, diversi piani a pagamento. E’ web based quindi non richiede installazioni, disponibile app nativa iOS.

Kato la versione gratuita ha diverse funzionalità come utenti, ricerca messaggi, storage, integrazioni illimitate, condivisione schermo, apps mobile che lo rendono comunque un prodotto completo.

Grove, a pagamento, servizio IRC hostato che include un’interfaccia web moderna, tra le funzionalità si segnalano la ricerca, archivio completo e l’integrazione con GitHub, BitBucket and Heroku.

Altri servizi da menzionare: Honey e Sqwiggle.

Cookie law

Il 2 giugno 2015 anche in Italia entrano in vigore i nuovi adempimenti previsti dalla normativa europea sui cookie. Il Garante per la privacy ha pubbblicato le ultime specifiche da seguire.

Ma quali sono in sintesi questi adempimenti da rispettare?

– aver predisposto e mostrato all’utente un banner informativo
– aver predisposto e mostrato all’utente una cookie policy
– aver richiesto il consenso agli utenti

Esistono delle eccezioni, per approfondimenti sulla cookie law si rimanda all’ottimo post di Iubenda che, oltre a fornire informazioni chiare e precise a riguardo, mette a disposizione gratuitamente un ottimo kit per generare la policy necessaria da implementare facilmente nel proprio sito web (per info e FAQ a riguardo si rimanda all’apposita documentazione Iubenda Cookie Law Solution).

Questa è una soluzione universale adatta quindi a qualunque tipo di sito ma se non volete ricorrere a questa soluzione è possibile optare per l’uso di script e plugins appositamente pensati.

Per la nota piattaforma di blogging WordPress segnalo l’ottimo plugin Cookie Law Info di facile installazione e personalizzazione tramite le opzioni nel pannello delle impostazioni.

Per il CMS Joomla esistono diverse estensioni gratuite.

Altre soluzioni universali sono:

Cookie Consent, grazie ad una semplice procedura guidata consente di generare il codice necessario e testarlo.

jQuery CookieBar plugin per la nota libreria Javascript jQuery

CookieChoices script realizzato da Google per implementare facilmente barra di notifica / popup.

Infine delle risorse utili:

Anonimizzare le statistiche Google Analytics

Attacat Cookie Tool (estensione Google Chrome)

Firefox Cookie Law Add-ons (lista estensioni Mozilla Firefox)

Rimani connesso

RSS icon Twitter icon Facebook icon

Interessanti






Featured

The Red Lips - tutto ciò che ancora non sapete sul sesso


The Red Lips

Facebook

Twitter

Antipixel