Chi ha effettuato lo sblocco del bootloader ed il root del proprio dispositivo Android avrà sicuramente sentito parlare di firmware custom.

Si tratta di distribuzioni Android personalizzate e sono basate su Android Open Source Project (AOSP), che potete trovare nel relativo sito. In esso è raccolta tutta quella parte del codice di Android che è open-source.

Utilizzare un firmware custom porta diversi vantaggi:

– rimuove programmi non desiderati preinstallati
– aggiornamenti di sicurezza più frequenti
– avere la possibilità di utilizzare la più recente versione di Android (i produttori non supportano i dispositivi per un lungo periodo, con l’alto rischio di trovarsi un dispositivo con software non aggiornato)
– migliori prestazioni
– features extra

Di seguito la lista dei firmware custom (chiamati anche ROM custom) più comuni:

CyanogenMod, sviluppato da Steve Kondik ed il team Cyanogen Inc., ultima versione rilasciata CyanogenMod 11, basata su Android 4.4.4 KitKat. Nella pagina Wiki Why Mod? è possibile trovare una lista delle features.

MIUI, sviluppato da Xiaomi Tech, noto produttore cinese, ultima versione rilasciata MIUI 6, basata su Android 4.4.4 KitKat. Vedi le features.

Paranoid Android, sviluppato dall’omonimo team, ultima versione rilasciata Paranoid Android 4.6, basata su Android 4.4.4 KitKat.

AOKP, sviluppato dall’omonimo team, ultima versione rilasciata – (non è numerica, i rilasci sono divisi in Nightlies e Milestones), basata su Android 4.4.4 KitKat.

Tutti conoscono il famoso shop online dove si può trovare ogni tipo di prodotto avendo la garanzia di una spedizione veloce, affidabile e gratuita (3-5 giorni lavorativi, per ordini venduti e spediti da Amazon o gestiti dalla Logistica di Amazon a partire da EUR 19,00; 2-3 giorni lavorativi per gli iscritti ad Amazon Prime).

Amazon permette di comprare a prezzi vantaggiosi e si può chiedere il rimborso o la sostituzione di un prodotto (perché difettoso o per altri motivi) in modo semplice e senza nessun costo.

Con i seguenti consigli potrete risparmiare ulteriormente!

Comprare in altri Paesi: può capitare che lo stesso prodotto sia venduto ad un prezzo inferiore nel servizio Amazon degli altri Paesi europei (es. Amazon.de per la Germania, Amazon.es per la Spagna, Amazon.fr per la Francia, Amazon.co.uk per il Regno Unito). L’account e la procedura rimangono sempre gli stessi utilizzati per Amazon.it.

Controllare l’andamento dei prezzi: è possibile controllare l’andamento dei prezzi nel corso del tempo tramite un utile grafico grazie all’estensione Il Camelizer per Chrome e Firefox.
E’ anche possibile vedere le variazioni dei prodotti mettendoli preventivamente nella Lista dei desideri.

Negozio outlet: sezione Outlet dedicata ai prodotti venduti sottocosto, sono suddivisi in varie categorie.

Offerte Amazon: sezione dedicata alle promozioni temporanee, si tratta di prodotti sottocosto che rimangono in vendita per un determinato periodo di tempo.

Jihosoft iTunes Backup Extractor permette di estrarre e recuperare i dati dai backup iTunes. Supporta tutte le versioni iOS e dispositivi Apple, è compatibile con tutte le versioni di Windows. La versione gratuita non supporta i backup criptati.

PDF Compressor è un’utility per Windows per comprimere files PDF senza compromettere la qualità.

Tox è un nuovo e sicuro instant messenger per Windows, Linux, Mac.

shopping

Volete aprire un’attività di e-commerce ma non sapete dove iniziare?
Esistono diverse soluzioni SaaS (Software as a Service) che permettono di creare facilmente il proprio negozio online ed iniziare a vendere impiegando poco tempo e sforzo.
Il vantaggio di questi servizi sono appunto la facilità ed immediatezza d’uso, forniscono tutti gli strumenti necessari senza dover avere particolari conoscenze tecniche (programmazione, design) come per altri software di commercio elettronico.
I servizi sono ben attenti alle nuove tecnologie, difatti sono pienamente ottimizzati (sia la parte di frontend che la parte di amministrazione) per la visualizzazione su dispositivi mobili.
Un altro vantaggio è che non serve installare alcun software e non richiedono un servizio di hosting web su cui girare (è possibile utilizzare un proprio dominio o creare uno nuovo al momento da utilizzare con questi servizi).
Chiaramente hanno delle limitazione ma sono ben adatti a chi non ha una struttura complessa ed un ampio catalogo.
Essendo dei servizi ciascuno offre i propri piani mensili/annuali ognuno con le proprie caratteristiche e costo differente in base alle varie esigenze dei venditori.

Di seguito una panoramica dei servizi più famosi e utilizzati:

Shopify l’impostazione è rapida, è sufficiente inserire le informazioni essenziali, la grafica dello shop (sono disponibili molti temi sia gratuiti che a pagamento) e, per chi ha certe competenze, è possibile personalizzare tramite un editing completo del codice HTML/CSS.
La parte di gestione è intuitiva: il commerciante può organizzare l’inventario, modificare le immagini, le descrizioni, i dettagli del prodotto, i livelli delle categorie.
Shopify ha anche un Apps market per estendere le funzionalità del pacchetto base.
Altri fattori non di secondo piano sono: prodotti e banda illimitati, ottimizzazione per motori di ricerca, pannello di controllo con statistiche complete, oltre 70 tipi di pagamento, supporto per carte regalo e codici sconto.

Bigcommerce ha caratteristiche simili: permette di creare il proprio store, disegnare il frontend, configurare i prodotti e gestire il negozio dal pannello di amministrazione, statistiche complete, apps ed integrazione con altri sistemi, SEO e molto altro.

Volusion ha caratteristiche simili: molti templates disponibili, gestione ed evasione degli ordini con facilità, SEO incluso, vendita multicanale (Facebook, Amazon ed Ebay), ecc…

Google

Google non è solo motore di ricerca ma fornisce tutta una serie di apps pensate par la produttività sia personale che professionale.

Il grande vantaggio di utilizzare questi strumenti è la comodità di avere tutto online e fruibile da qualsiasi dispositivo, che esso sia pc, smartphone, tablet.

Tramite le apps di Google è possibile archiviare i propri files, gestire i propri documenti, appuntamenti e comunicare in totale mobilità.

Un altro punto forte sono le impostazione relative alla privacy, è possibile scegliere se e con chi condividere oltre agli alti standard di sicurezza offerti da Google.

Questo articolo vuole offrire una panoramica degli strumenti messi a disposizione non entrando troppo nei dettagli e tecnicismi delle singole apps messe a disposizione.

Comunicazione:

Gmail – il famoso client web per gestire la posta elettronica

Google+ – il social network di Google. Permette di condividere facilmente testo, foto, link, video, creare eventi e sondaggi. Aprire delle proprie Pagine e Community

Hangouts – permette di avviare conversazioni chat, audio/video con i contatti nelle proprie cerchie G+

Calendar – permette di organizzare le proprie pianificazioni e condividerle, promemoria via mail o SMS, sincronizzazione tra desktop e dispositivi mobili

Archiviazione:

Drive – lo storage online che mette a disposizione Google per archiviare i propri files. Memorizza file fino a 1 TB ciascuno. Il piano gratuito mette a disposizione 15GB totali.

Collaborazione:

Documenti – permette di creare documenti di testo, fogli di calcolo, presentazioni e moduli

Sites – permette di creare siti web

Insomma Google offre una varietà di strumenti adatti ad ogni tipo di esigenza, sia personale che di business. E voi li sfruttate?

Simo blog social

RSS icon Twitter icon Facebook icon

Interessanti






Featured

The Red Lips - tutto ciò che ancora non sapete sul sesso


The Red Lips

Archivi

Facebook

Twitter

Antipixel