10 regole per tenere il proprio pc al sicuro dai malware

Virus, malware, trojan, ransomware, spyware sono nomi che sicuramente non vi saranno sconosciuti.

Il primo pericolo viene dall’utente e dalle azioni che compie, vuoi per inconsapevolezza od ingenuità, spesso non è sufficiente avere un buon antivirus installato.

Siete consapevoli di tutte le conseguenze negative?
Non solo il poter accedere / criptare / cancellare i files personali, ma anche registrare tutte le attività effettuate nel pc (ad esempio tutto ciò che digitate, spiarvi tramite webcam, ecc…).

L’accesso ai propri dati personali (credenziali ai vari siti, email, conversazioni private, ecc…) non è l’unico possibile danno.
Malintenzionati possono prendere il controllo totale del pc ed utilizzarlo per scopi illegali, ad esempio utilizzare il pc infetto in una botnet per attacchi di tipo DDoS o bruteforce ad insaputa dell’utente.

Come difendersi quindi? Come già detto ad inizio articolo è l’utilizzatore del pc che spesso consente ai software nocivi di installarsi “silentemente” nel sistema.

Ho così stilato delle regole basi per un’efficace protezione del proprio computer (parlando di sistema operativo Windows), l’utente esperto le potrà trovare banali ma potranno sicuramente essere utili a chi non lo è.

1) Utilizzare prodotti antivirus / antimalware aggiornati

La prima protezione parte sempre dai software per la sicurezza. Teneteli aggiornati e fate delle scansioni periodiche dell’intero sistema.

2) Tenere il sistema operativo ed i software utilizzati sempre aggiornati.

Vecchie versioni di Windows e software obsoleto possono essere un buon “veicolo” per i malware.

3) Scaricare software proveniente solo da fonti attendibili (es. sito dell’autore)

Installare software (specialmente quelli gratuiti) da fonti non affidabili può avere un alto rischio in quanto possono essere “iniettati” dei software malevoli che vengono installati a vostra insaputa.

4) Non aprire mai files proveniente da mittenti sconosciuti

Allegati di email o allegati in messaggi nei social. Spesso hanno dei nomi innocui o che invogliano l’utente ad aprirli. Se non siete certi della provenienza è sempre meglio cancellarli.

5) Fare attenzione ai link, video, popup e pagine fake su Internet.

Navigare su Internet spesso è come stare su un campo minato, bisogna sempre fare attenzione dove mettere i piedi!
Link in apparenza innocui che portano a scaricare malware, idem falsi video presenti nei social per attirare i click, popup e pagine che propongono di scaricare software in apparenza utile ma in realtà malevole (ad esempio finti antivirus, finte versioni di Java o Flash).

6) Utilizzare browser ed estensioni sicure

Ad esempio Google Chrome avvisa se si sta per visitare un sito potenzialmente pericoloso.
Inoltre molti prodotti Antivirus (es. Avira, AVG, Avast) integrano protezione web che consente di stare lontani da siti non sicuri.

7) Tenere i files personali al sicuro

E’ buona norma proteggerli tramite password, avere una copia di backup di sicurezza (esempio in hard disk esterno), non solo dei singoli files ma dell’intero sistema così in caso di infezione se non si riesce con la rimozione è possibile ripristinare il sistema allo stato precedente non infetto.

8) Fare attenzione ai software commerciali illegali

Se non avete mai utilizzato crack, keygen, patch ecc… non correte il rischio di essere infettati in questo modo.

9) Fare attenzione alle mail e siti scam

Di sicuro vi sarà capitato di ricevere email i cui mittenti sembrano essere legittimi ma in realtà non lo sono o di visitare pagine uguali o quasi a quelle ben più note ufficiali (es. Facebook, Poste).
Prestare quindi molta attenzione ai mittenti e agli indirizzi nel browser.

10) Eseguire i software in modalità normale e non come amministratori

Cliccando con il tasto destro sui software installati è possibile eseguirli come amministratori. Ciò normalmente non è necessario, se non in casi particolari in cui viene richiesta questa autorizzazione.

Cosa fare se ci si accorge di essere stati infettati da malware?

E’ possibile utilizzare software di rimozione appositi (meglio se in modalità provvisoria), ecco un elenco dei migliori (molti sono disponibili in versione gratuita, anche se hanno delle funzionalità limitate):

Malwarebytes Anti-Malware
SUPERAntiSpyware
NoVirusThanks Malware Remover
IObit Malware Fighter
Spyware Terminator
ComboFix
AdwCleaner

5 consigli per ottimizzare la durata della batteria degli smartphone

La durata della batteria degli smartphone è un argomento da sempre molto discusso, specie nel mondo Android. Vengono prodotte batterie con capacità sempre maggiore per far fronte agli schermi sempre più grandi e all’hardware sempre più spinto e, di conseguenza, alle app e giochi che consumano sempre più risorse.

Anche gli utilizzatori possono far molto per prolungare la durata della batteria, ecco 5 semplici ed efficaci consigli se utilizzate uno smartphone con sistema operativo Android:

– dalle statistiche della batteria potrete notare che lo schermo è tra i principali motivi di consumo della batteria, per risparmiare diminuite il livello di luminosità (specialmente in condizioni di poca luce o buio fa meglio alla vista)

– se possibile utilizzare app alternative che consumano meno batteria. Un esempio è l’applicazione ufficiale Facebook, nota (negativamente) per l’uso eccessivo di batteria. Disinstallandola e utilizzando il browser web o altra app (Facebook Lite, SlimSocial, ecc…) noterete un grande miglioramento.
Ma Facebook non è l’unica app, ne esistono molte altre così come i giochi, AVG pubblica report aggiornati che potete consultare online.

– utilizzare connessione Internet, bluetooth, GPS ecc… solamente quando servono. Per quanto riguarda la connessione Internet generalmente è preferibile usare quella WiFi rispetto a quella mobile in quanto consuma di meno. Se non spegnete lo smartphone di notte mettetelo in modalità aerea.

– con Android 6 (Marshmallow) è stata introdotta la modalità Doze, un sistema di risparmio energetico che entra automaticamente in funzione quando lo smartphone si trova in condizione di idle (ovvero quando è appoggiato in piano e non viene toccato), appena lo smartphone viene mosso Doze fa posto al normale funzionamento del sistema.
Se si vuole una modalità Doze più efficace o lo smartphone non è aggiornato ad Android 6 si possono utilizzare delle app apposite come la popolare Greenify che ha una modalità chiamata Aggressive Doze.

– varie: non utilizzare sfondi animati, utilizzare sfondi/temi preferibilmente neri o scuri, limitare l’uso di widget, configurare le notifiche di ogni app in modo da ricevere solo quelle realmente necessarie e utili

Servizi online e software gratuiti per la compressione di immagini

Può capitare in diverse situazioni di avere necessità di comprimere le immagini senza rinunciare alla perdita di qualità, ad esempio immagini destinate alla pubblicazione web, incorporate in documenti e presentazione, come allegati di posta elettronica, ecc…

Esistono diversi servizi online che offrono questa possibilità, consentono facilmente di comprimere le immagini in vario formato senza perdita di qualità (compressione lossless).

Compressor.io supporta 4 tipi di formati: JPEG, PNG, GIF, SVG.

Kraken.io l’interfaccia web di base è gratuita con delle limitazioni (es. dimensione massima 1mb, scadenza disponibilità online) la versione PRO offre più funzionalità (URL Paster e Page Cruncher, ridimensionamento).

TinyPNG supporta formati .PNG (anche transparente) e .JPG (oltre 20 immagini, 5mb massimo ciascuna), è disponibile anche plugin Photoshop a pagamento.

Compress.photos comprime immagini .PNG e .JPG.

Esistono anche dei software gratuiti per la compressione delle immagini:

FILEminimizer pictures supporta vari formati (JPG, BMP, GIF, TIFF, PNG e EMF), supporto processo batch, per Windows. Nelle impostazioni del programma è possibile spuntare l’opzione per avere l’output lossless.

FileOptimizer per Windows è ottimizzatore di files avanzato, supporta molti formati e usa differenti motori di compressione (sono elencati nella pagina).

ImageOptim per Mac OS X, multilingue.

CaesiumPH compressione JPEG lossless, per Windows e Mac OS X.

Trimage interfaccia grafica e linea di comando, pacchetti disponibili per varie distribuzioni Linux.

Recensione software gratis Maggio 2016

I programmi gratis e opensource più utili ed interessanti del mese:

Disk Drill software di recupero files cancellati per Mac ora disponibile anche per Windows.

Fort software di criptazione per Windows, si integra con l’Esplora risorse di Windows e consente di proteggere i files tramite password.

RansomwareRemovalKit è una collezione di tool anti ransomware.


Stand-Bye permette di mandare il computer in standby quando non in uso, il programma può essere configurato in base alle proprie necessità.

AeroAdmin software per il controllo remoto in Windows, simile a TeamViewer.

Ultra Windows Killer è un toolkit anti-malware per Windows. Ha molti moduli: System Booster, Smart Installer, Quick User manager, System Immunization, System Repair, Ultra Adware killer, Process Manager, Memory Manager, Autorun Manager, Service Manager, Alternate Streams Manager, Delete Files and Folders, Scan and Create log, Run Scripts, Geek Tools, Misc Tools, System Info, Registry Seeker.

File Blender è un convertitore portable di files per video, immagini, audio.

App e servizi di chat con crittografia

encrypted chat

Non solo WhatsApp e Telegram, esistono diverse app e servizi di chat che supportano la crittografia.
La crittografia End-to-end (E2EE), detta anche punto a punto, consente di crittografare i pacchetti in modo che solo i due nodi comunicanti (chi invia e chi riceve) siano in grado di decriptare, e quindi decifrare, i messaggi inviati attraverso la Rete, i server fungono solo da tramite.

Le due note app di messaggistica permettono di usare questo tipo di crittografia ma non sono le uniche app.

ChatSecure – app per iOS e Android

Crypho – chat mobile collaborativa e scambio files per aziende (piano gratuito per uso personale)

Threema app a pagamento per iOS, Android, Windows Phone

surespot app open source per iOS e Android

Cyph servizio web, non richiede registrazione

Confide app per Windows, Mac, iPhone e Android

Darkwire chat via browser

Bit Chat software per Windows e Ubuntu Linux

Cryptocat software di messaggistica e scambio file disponibile per Windows, Linux e Mac

MEGAchat chat testuale, video e chiamata messo a disposizione dal noto servizio di file hosting

Signal instant messaging e chiamate vocali, app per iOS e Android.

Come potete vedere le alternative sono molte, c’è solo da scegliere!
Queste app e servizi ovviamente diventano utili nel caso vengano utilizzate dai nostri contatti.