Appuntamento mensile con i migliori link riguardanti la grafica e il web design selezionati da me:

SpoonGraphics risorse gratuite, tutorials

Web design views freebies, design, ispirazione

DzineBlog ispirazione design e risorse

graphic design blog graphic design, fotografia, tipografia, illustrazioni, arte digitale, ecc…

I links ai programmi free/opensource di varia natura più utili e interessanti del mese di Settembre:

RSSGuard un lettore di feed RSS multipiattaforma (Windows, Linux, Mac)

Google Software Removal Tool software Windows che aiuta a “ripulire” il browser Chrome da modifiche indesiderate, toolbar ecc…

MoboRobo permette di gestire i propri dispositivi Android e iOS: backup, gestione applicazioni e files multimediali; supporta connessioni sia USB che WiFi.

GoPro Studio software gratuito di video editing e composizione per Windows e Mac.

Serviio è un software gratuito multipiattaforma, gira su Windows, Mac, Linux, basato su Java.

Funge da media server DLNA, ovvero permette lo stream di files multimediali (foto, audio, video) a dispositivi connessi alla rete locale (tv, bluray, console da gioco, dispositivi mobili).

Nella pagina delle caratteristiche (features) potete trovare la lista di tutti i files supportati e dei dispositivi compatibili.

Tra le caratteristiche principali si segnalano:

– stream di immagini, audio e video (definizione standard e HD) in formato nativo o transcodificato in tempo reale
– stream di contenuti da risorse online
– estensione delle funzionalità tramite un sistema di plugin
– supporto delle playlist più conosciute
– supporto sottotitoli
– aggiornamento automatico della libreria quando si aggiunge/aggiorna/rimuove files media/metadata

Dopo questa breve presentazione vediamo il funzionamento del software (prova effettuata con Windows 8.1).

Una volta istallato dovreste ritrovare il programma in esecuzione nella system tray (foto 1), altrimenti ricercatelo (foto 2).
Apritelo, comparirà la console di Serviio (foto 3) (come vedete il server risulta in esecuzione e rileva automaticamente tutti i dispositivi compatibili collegati in rete).
Per aggiungere i files è sufficiente andare nella tab Libreria (foto 4).
Da qui è possibile condividere sia cartelle (in locale o remote) sia fonti online, vediamo entrambe.

Per la condivisione delle cartelle è sufficiente aggiungere le cartelle del file system che contengono i propri files multimediali di cui vogliamo effettuare lo stream, e checkare i flag di che tipo si vuole condividere (foto, musica, video), ed infine cliccare su Salva (foto 5).
Sarà quindi sufficiente aprire Serviio dal dispositivo che vogliamo utilizzare per la visualizzazione, ciascuno ha le proprie impostazioni, gli screen si riferiscono ad un HDTV Sony Bravia (foto 6-7).
Sarà presentata una struttura a cartelle effettuata dal programma stesso (foto 8).
All’interno troveremo le risorse condivise precedentemente (foto 9 – 10).

Come accennato è possibile utilizzare anche fonti online come input. Serviio accetta feed RSS, flusso dal vivo, risorsa web (foto 11).

Ad esempio è possibile utilizzare Serviio per vedere tutti i video di Rai.tv e Rai Replay, Mediaset video e del portale La7.it!
E’ sufficiente scaricare ed installare gli appositi ed ottimi script di Andrea Lanzarotto: Rai, Mediaset, La7.
Si tratta di script Greasemonkey (un’estensione per il browser Firefox), volendo è anche possibile utilizzarli tramite Tampermonkey (estensione per il browser Chrome) che aggiungono un’utile barra per scaricare i video da tali siti.
Ma vediamo come utilizzarli insieme a Serviio.

Una volta correttamente installati gli script recatevi nei portali citati e tramite l’apposito bottone verde, visualizzato grazie allo script, copiate il link del video d’interesse (foto 12).
Quindi incollatelo su Serviio selezionando come tipo di fonte Flusso dal vivo, è anche possibile verificare il collegamento funzionante, e assegnategli un nome (foto 13).
Ritornando nella finestra principale come al solito salvate per applicare le impostazioni (foto 14).
Ora potrete godervi il vostro bel video online sul dispositivo di visualizzazione senza dover scaricare niente! (quando Serviio vi presenterà la struttura delle cartelle come da foto 8 questa volta dovrete andare su Fonti Online).

Ma Serviio offre possibilità “infinite”, ad esempio è possibile utilizzarlo per vedere canali in streaming dei noti software SopCast e AceStream, a tal proposito rimando all’ottimo tutorial di Tech Tips.

Per concludere esiste anche una versione Pro a pagamento di Serviio con delle funzionalità aggiuntive.

Serviio
14 photos
 


NVIDIA e AMD sono le storiche rivali nel mercato dell’hardware relativo al comparto grafico. Vediamo le principali caratteristiche che è possibile trovare nelle ultime generazioni di schede video e che possono far aiutare a scegliere in fase di acquisto.

Accelerazione hardware GPU

sempre più software sfruttano l’accelerazione hardware della GPU per fare calcoli e alleggerire quindi il carico di lavoro sulle CPU.
Per svolgere queste operazioni particolarmente pesanti (es. transcodifica video, criptazione/decriptazione dati) NVIDIA usa CUDA mentre AMD OpenCL. Da vari benchmark effettuati il secondo risulterebbe più performante e gli sviluppatori sembra stiano andando verso questa direzione.

gaming

lato gaming Nvidia offre ormai da diversi anni la tecnologica href=”http://www.nvidia.it/object/nvidia-physx-it.html” target=”_blank”>Physx, ampiamente utilizzata da molti sviluppatori di videogiochi.
AMD invece offre l’esclusiva tecnologia TressFX e Mantle, un’API grafica innovativa competitor di Direct3D e OpenGL.
I due rivali se la contendono anche nel campo del 4K, con la commercializzazione di monitor di questo tipo i due produttori si danno battaglia con schede video di ultima generazione che supportano tale risoluzione.

multi GPU

per gli utenti più esigenti NVIDIA e AMD propongono le proprie soluzioni multi GPU (2 o più schede video che lavorano in parallelo): SLI e CrossFire.
Tra le differenze principali si segnalano:

– le schede NVIDIA devono avere GPU identiche mentre le schede AMD sono compatibili Crossfire con altre della stessa famiglia e differente configurazione di RAM
– Crossfire è disponibile su più schede madri
– le nuove schede AMD non richiedono un connettore
– le schede AMD possono sfruttare Crossfire con schede video integrate compatibili

tecnologia 3D

AMD offre il supporto al 3D tramite la sua tecnologia HD3D mentre Nvidia tramite la consolidata tecnologia 3D Vision.

software/drivers

AMD fornisce tutto il suo software/drivers tramite Catalyst mentre NVIDIA tramite GeForce.

Con questo articolo non si vuole fare un confronto ed indicare ciò che sia meglio e peggio, piuttosto illustrare le varie tecnologie che i due produttori mettono a disposizione per fornire più elementi possibili all’utente al fine di valutare un prodotto rispetto ad un altro in base alle proprie esigenze.

Chromecast è il dongle HDMI di Google che permette di riprodurre i contenuti multimediali dai vari dispositivi (notebook, tablet, smartphone) direttamente sul proprio tv ad un prezzo molto contenuto.

Il dispositivo è facile da configurare e da utilizzare, di seguito un breve video di Google ne illustra il funzionamento:

Non solo app e siti ottimizzati per essere utilizzati con Chromecast (es. Youtube), grazie ad apposite estensioni Chrome le possibilità diventano infinite.

Ad esempio Videostream permette di effettuare lo stream di video locali (da qualsiasi dispositivo, basta che sia installato browser Chrome) in alta definizione.
Oppure con l’estensione Google Cast è possibile proiettare il contenuto delle schede di Chrome sulla tv, è stata anche introdotta di recente una funzionalità, ancora in fase beta, per trasmettere l’intero desktop!
Immaginate quindi le possibilità: stare seduti comodamente sul divano di casa e poter ascoltare i propri files musicali presenti nella propria libreria iTunes, sfruttare il media center XBMC per riprodurre files, visualizzare flussi streaming attraverso i software Ace Stream e Sopcast.

Simo blog social

RSS icon Twitter icon Facebook icon

Interessanti



Featured

Archivi

Facebook

Twitter

Antipixel