Windows 10 è finalmente disponibile ufficialmente in varie versioni adatte per ogni tipo di utenza, dalla consumer alla business.

Microsoft come al solito mette a disposizioni le immagini ISO, scaricabili dal suo sito e installabili tramite supporto DVD oppure chiavetta USB (tramite apposito Media Creation Tool fornito).

Si ricorda che se si possiede una chiave di attivazione originale Windows 7/8 è possibile utilizzarla per l’upgrade gratuito a Windows 10.

Ci sono molti articoli che ne illustrano le nuove funzionalità, i primi test fatti ecc…, DigiTalking aveva dedicato un apposito articolo a Gennaio: Perché aggiornare a Windows 10.

Ecco alcuni trucchi ed ottimizzazioni che potrete utilizzare con il nuovo sistema operativo di Redmond.

– è possibile accedere alle diverse impostazioni (Sistema, Dispositivi, Rete, ecc…) tramite l’apposita voce presente nel (ritornato) menù Avvio

– nelle opzioni avanzate di Windows Update è possibile schedulare un riavvio per completare gli aggiornamenti pendenti.
Sempre qui è possibile scegliere di ricevere gli aggiornamenti via P2P anziché un solo server centralizzato

– è possibile accedere al Centro Notifiche tramite l’apposita icona a forma di messaggio presente in basso a destra. Qui si possono gestire le notifiche, abilitare modalità tablet, accesso reti WiFi e molto altro

– il nuovo browser Microsoft Edge prevede l’integrazione con l’assistente vocale Cortana, nella toolbar ha un bottone che permette facilmente la condivisione, permette di attivare una modalità di visualizzazione pensata per la lettura (riformattando automaticamente la pagina web), consente di prendere annotazione, inoltre oltre ai preferiti è possibile salvare le pagine web per una lettura successiva

– avviando l’app Xbox con un semplice click tasto Windows+G è possibile catturare snapshots e video clips dei giochi

– è possibile avviare Windows in modalità provvisoria premendo il tasto Shift quando si seleziona di riavviare, Windows 10 si riavvierà presentando le opzioni di avvio avanzate

– è presente un tema scuro nascosto di default, per abilitarlo occorre apportare delle modifiche al registro di Windows, è possibile abilitare il tema scuro anche in Microsoft Edge tramite le impostazioni del browser

– la combinazione di tasti Windows+Ctrl+D permette di creare un nuovo desktop (la nuova funzionalità di desktop virtuali)

social network

Senza dubbio Facebook, Google+ e Twitter sono tra i social network più popolari ma esistono molte altre valide ed interessanti alternative che magari non conoscete ancora.

VK.com utilizzato specialmente in Europa dell’Est (soprattutto Russia), è stata fondata dal programmatore russo Pavel Durov nel 2006.
E’ disponibile per ora in 41 lingue (tra cui l’italiano) e conta una media di 70 milioni di utenti giornalieri (dati Gennaio 2015). Per diversi aspetti è simile a Facebook.

Habbo noto anche come Habbo Hotel, è una community virtuale ambientato appunto in un hotel virtuale dove è possibile impersonare un proprio avatar, interagire con altri utenti chiamati Habbo attraverso le stanze private, arredate dagli utenti stessi con i cosiddetti furni (dall’inglese furniture, arredamento) oppure attraverso le Aree Pubbliche, cioè stanze che non appartengono ad un utente in particolare, e che sono di libero accesso a tutti i frequentatori del sito.

Tagged è un social network fondato nel 2004, il nome deriva dalla possibilità di contrassegnare (“tag”) ed individuare degli utenti all’interno di una foto caricata.
Una delle caratteristiche principali del sito è un gioco in cui è possibile acquistare (virtualmente) un altro utente, tramite punti ottenuti attraverso un frequente accesso. Gli utenti acquistati vengono definiti “pets”, animali domestici.
Tagged afferma di avere oltre 300 milioni di utenti.

Path social network basato sulla condivisione di foto e servizio di messaggistica per dispositivi mobili, lanciato nel Novembre 2010. La particolarità del servizio è che permette di condividire fino a 50 contatti.
Attualmente disponibile in 19 lingue tra cui l’italiano.

Diaspora è un software con licenza libera che implementa un servizio di rete sociale avendo come obiettivi primari il decentramento e la privacy degli utenti.
Il servizio è distribuito sulle diverse istanze del software, chiamate pod. Ogni pod ospita quindi solo un certo insieme di utenti e i relativi dati, ma comunica attraverso comunicazioni cifrate con gli altri pod sparsi nel mondo per accedere e collegare i contenuti di utenti là ospitati.

Fonte: Wikipedia

I programmi free e opensource più utili ed interessanti del mese di Luglio:

Pure APK Install

Pure APK Install permette di installare facilmente i pacchetti software compilati per Android (APK), chiaramente lo smartphone deve essere connesso al pc e funzionante.

Atom

Atom è un editor di testi moderno, pensato specialmente per coders, per Windows, Mac OS X e Linux.

Convert.NET

Convert.NET è uno strumento 7-in-1 che permette vari tipi di conversione (lingua, linguaggi di programmazione, ecc…), richiede framework Microsoft .NET.

PNotes

PNotes è un software Windows che permette di creare delle note, è portabile, richiede framework Microsoft .NET.

sicurezza Facebook

Chi utilizza i social network sa che le informazioni relative al proprio profilo nonché i contenuti postati (status, foto, ecc…) sono dati sensibili e per questo la tutela della privacy diventa una parte fondamentale.

Facebook offre diverse opzioni relative alla privacy, vediamo quali sono.

Innanzitutto è possibile impostare il livello di visibilità per ogni informazione inserita nel profilo così come per i contenuti pubblicati, decidendo quindi se renderle visibili a tutti, solo ad amici o non visibili.

Ogni volta che si usa un’app/gioco collegata a Facebook si viene informati a quali informazioni viene richiesto l’accesso e si può decidere se accettare o meno.

Nelle impostazioni relative alla privacy è possibile decidere chi può vedere le tue cose, chi può contattarti e chi può cercarti.
In Diario e aggiunta di tag sono presenti le impostazioni relative al proprio dario e alla funzionalità di tagging.
Nella sezione Blocco è possibile bloccare una persona, bloccare gli inviti da certe persone, bloccare gli inviti agli eventi da determinate persone, bloccare le applicazioni e le pagine.

sicurezza Facebook

La sicurezza riguardo il famoso social network è un argomento molto delicato.
E’ importante non sottovalutare i rischi, spesso collegati ad un uso non attento di Facebook, che possono ad esempio compromettere il proprio profilo.

Vediamo quindi quali sono le misure che chiunque abbia un profilo Facebook può adottare in modo semplice.

– Non aprire video (o meglio finti video) che cercano di attirare la vostra attenzione (se siete taggati ignorateli). Possono portarvi a siti contenenti malware o farvi scaricare inconsapevolmente software nocivo.

– Ricordarsi di effettuare sempre il logout. Non dimenticare che potenzialmente qualcun’altro potrebbe utilizzare il dispositivo.

– Verificare di utilizzare sempre il protocollo HTTPS.

– Andare in Impostazioni -> Protezione e verificare che siano attivi gli Avvisi di accesso, in questo modo si riceverà un avviso ogni qualvolta qualcuno accede con il tuo account da una nuova postazione.

– Cambiare le impostazioni della privacy relative alla visualizzazione dell’indirizzo e-mail nel proprio profilo se sono settate su Pubblico.

– Utilizzare una password complessa.

– Abilitare la Protezione per gli accessi (si trova sempre in Impostazioni -> Protezione). In questo modo ogni qualvolta si tenterà di accedere da una nuova postazione Facebook chiederà un codice, che verrà spedito solo al vostro cellulare (occorre naturalmente avere associato il proprio numero).

– Non accedere a Facebook da dispositivi non conosciuti o che potrebbero essere potenzialmente compromessi (es. Internet points).

– Utilizzare un browser sicuro (es. Google Chrome) e accertarsi che sia aggiornato.

– Non utilizzare applicazioni che sono sospette (alcune applicazioni Facebook possono catturare in modo silente informazioni personali).

– Non immettere i dati di login al di fuori della form di login ufficiale di Facebook.

– Non condividere o salvare la propria password Facebook.

– Controllare sempre l’indirizzo quando si effettua il login. Ci sono siti di phishing in cui è presente una pagina falsa di login identica a quella di Facebook.

Rimani connesso

RSS icon Twitter icon Facebook icon

Interessanti






Featured

The Red Lips - tutto ciò che ancora non sapete sul sesso


The Red Lips

Facebook

Twitter

Antipixel