Le soluzioni per la casa intelligente

Nell’era dell’Internet of Things (Internet delle cose) tutto diventa connesso e comandabile remotamente tramite dispositivi (pc, smartphone e tablet), dalle smart TV alle lampadine, dagli elettrodomestici ai sistemi di sicurezza.
Ciò ha dato grande impulso allo sviluppo della domotica, la scienza che studia l’automazione delle abitazioni.

Sempre più aziende mirano a creare prodotti smart, permettendo così di semplificare la vita quotidiana di ogni persona, ma occorre sempre fare attenzione alla sicurezza, perché ciò che è smart può essere esposto a bug e vulnerabile a minacce esterne.

Google sta investendo in questo settore, nel Gennaio 2014 ha acquisito Nest Lab, azienda attiva nella domotica, e reso disponibile nel suo store una linea di prodotti smart tra cui termostato e videocamera per la sicurezza.

Anche altre aziende mostrano forte interesse, Samsung con il suo Smart Home, la linea di prodotti WeMo di Belkin, Philips con le sue lampadine intelligenti Hue, Myfox con dei prodotti per la sicurezza sono solo alcuni esempi.

Oltre ai prodotti già predisposti, diverse aziende stanno sviluppando dei kit che consentono di connetterli a qualunque oggetto facendoli diventare smart, ad esempio il progetto tutto italiano Dquid IO, una scheda dotata di Bluetooth, GPS, NFC, Wi-Fi, GPRS (opzionali) o Smart ThinQ di LG, un sensore che rende intelligenti gli elettrodomestici tradizionali.

Se vuoi rimanere aggiornato in tema di smart home consulta le news di Webnews.

Pubblicità nello smartphone? Suggerimenti per risolvere (e prevenire)

Incappare in fastidiose popup e messaggi pubblicitari tramite smartphone (Android) può essere pericolosamente semplice, basta infatti inavvertitamente un tap di troppo o installare app/giochi in apparenza innocui ma che possono essere nocivi.

Cosa fare se il danno ormai è fatto?

Aprire il browser utilizzato e nelle impostazioni -> Privacy cancellare tutti i dati relativi a cache, cookies, cronologia; molto spesso in questo modo si riesce a risolvere.

Se avete installato delle applicazioni “sospette” dovrebbe essere sufficiente fare prima “Cancella dati” nella gestione delle applicazioni e poi disinstallare le app incriminate, quindi riavviare il dispositivo.

Installare un’app per la scansione e rilevazione di malware/adware come Malwarebytes Anti-Malware (disponibile gratuitamente anche in versione mobile per Android sul Play Store).

Come bloccare preventivamente la pubblicità?

Esistono 2 app efficaci e popolari: Adblock Plus per Android e AdAway.

Entrambi richiedono l’abilitazione di Origine sconosciute in Impostazioni -> Applicazioni (o Sicurezza da versione Android 4.0 e successive) per l’installazione degli APK.

ABP può funzionare su dispositivi rootati e non, mentre per Adaway serve il root.

Su dispositivi rootati è sufficiente installare Adblock Plus ed aprire l’app, quindi dare i permessi di super user quando richiesto.
Su dispositivi non rootati seguire la procedura indicata nell’articolo su Chimerarevo oppure la guida alla configurazione di AdBlock Plus per Android.

AdAway è un ad blocker opensource, scaricabile gratuitamente da F-Droid, utilizza il file hosts per bloccare le pubblicità.

Altrimenti è possibile scaricare dei browser che integrano già la funzionalità di Ad Block come ad esempio Brave Browser e utilizzarlo di default per la navigazione.

Le migliori VPN gratuite e a pagamento

Una VPN, acronimo di Virtual Private Network, viene utilizzata principalmente per motivi di sicurezza e privacy. Infatti maschera l’IP reale assegnato dal provider Internet permettendo quindi l’anonimato.

I servizi VPN vengono usati per svariati scopi, ad esempio per l’accesso a siti che impongono delle restrizioni), per proteggere dati personali ed informazioni sensibili crittografandoli.

I limiti principali di un servizio di VPN in genere sono la banda disponibile e il traffico totale, ma ci sono validi e performanti servizi VPN sia gratuiti che a pagamento (spesso questi ultimi permettono anche di scegliere quale server usare e in quale nazione).

Nell’interessante articolo Le migliori VPN per l’Italia trovate recensiti i migliori servizi VPN a pagamento.

Invece tra quelli gratuiti da segnalare sicuramente Hotspot Shield, Hola e l’interessante VPN Gate.

Volete essere sicuri quando navigate utilizzando una rete WiFi pubblica?
Volete accedere a contenuti bloccati dall’estero (ad esempio Rai, Mediaset, Sky)?
Volete accedere a servizi altrimenti non disponibili in Italia (ad esempio Hulu)?

Sono alcuni dei motivi per cui si rende necessario l’uso di uno servizio VPN.

Recensione software gratis Dicembre 2015

I programmi free e opensource più utili ed interessanti del mese di Dicembre:

DeadLock sblocca files e cartelle bloccate dai processi Windows.

IP Shifter permette di creare differenti profili di rete.

UPCleaner buona alternativa al noto CCleaner per la pulizia del computer.

Liberi dalla pubblicità nei siti web con uBlock

Quante volte vi siete ritrovati a navigare su siti web pieni di fastidiose pubblicità di ogni genere da risultare irritanti tanto da far perdere la voglia di continuare la navigazione?
E’ vero che la maggioranza dei siti vivono grazie alla pubblicità ma utilizzare un adblocker è vivamente consigliato per una migliore navigazione.

uBlock è un efficace e leggero Adblocker, in alternativa al noto AdBlock Plus.

Il software è completamente gratis e opensource ed è disponibile per i browser Chrome, Safari, Firefox.

Da test comparativi e dalle opinioni degli utenti tra i due adblocker uBlock è risultato più efficiente in termini di consumo di memoria e anche di pubblicità bloccate.