Simulare indirizzo IP da qualsiasi Paese per accedere a siti web con restrizioni

By | 16 marzo 2011

Forse vi sarà capitato qualche volta che per accedere ad alcuni siti web/servizi online venga richiesta che il collegamento sia effettuato da un determinato Paese; ad esempio diversi siti di streaming offrono l’accesso con questo tipo di restrizione oppure particolari promozioni online.

Per aggirare questa restrizione occorre quindi camuffare il proprio indirizzo IP e fare in modo che provenga da un certo determinato Paese, esistono 3 soluzioni efficaci vediamo quali sono.


Proxy
il proxy è un computer/server di mezzo tra il nostro pc e la destinazione. Ovviamente collegandoci al proxy impostando gli opportuni parametri l’indirizzo pc di provenienza per il target non sarà più il nostro ma quello del proxy.
Esistono proxy sia gratuti che a pagamento (generalmente sotto forma di abbonamento), i secondi ovviamente sono più affidabili nonchè performanti.
Per i proxy gratuiti esistono molti siti (es. ProxyMore, Open Proxy List) occorrerà affinare la ricerca trovando solo quelli del Paese di nostro interesse e che siano funzionanti, veloci, 100% anonimi (diversi non lo sono realmente, una volta impostato il proxy potete farne il test).
Infine occorrerà impostarlo nel vostro browser preferito (semplice ricerca su Google).

Esistono anche diversi siti di proxy via web, basterà inserire l’URL desiderato in un apposito campo e confermare, esso verrà “proxificato”.

pro: non richiede l’installazione di alcun software, è quindi una soluzione utilizzabile con qualsiasi sistema operativo
contro: difficile trovare un proxy (specialmente gratuito) che corrisponda ai requisiti richiesti descritti sopra

VPN
il principio è simile al proxy, leggi qui per saperne di più.
Tramite la VPN viene anonimizzata l’intera connessione!
Anche qui esistono servizi gratuiti (puoi trovarne una lista aggiornata qui) e a pagamento; ovviamente occorrerà scegliere un servizio VPN che fornisca un indirizzo IP del Paese interessato.

pro: più facile da trovare rispetto ai proxy e più affidabili
contro: spesso può richiedere l’installazione di software (client VPN), generalmente i servizi gratuiti offrono poca banda o limitano determinati servizi (es. streaming, P2P)

Tor
si tratta di una soluzione software multipiattaforma che non richiede particolari configurazione, basterà scaricare ed installare il pacchetto appropriato.
Una volta avviato Vidalia/Tor si entrerà a far parte in automatico di un circuito di Rete anonima; potrete quindi navigare abilitando le apposite estensioni Tor per browser oppure impostando manualmente come indirizzo proxy localhost : 8118
Ovviamente si connetterà ad un “nodo” random, ma è possibile specificare di far utilizzare il nodo di un determinato Paese seguendo questa guida

pro: facile e veloce da usare
contro: richiede installazione software

Una volta scelto la soluzione che preferite è possibile controllare la reale provenienza del proprio indirizzo IP tramite vari servizi online, es. What is my IP address.

Rispondi