Approfondimento anonimato in rete

By | 27 maggio 2009

In articoli precedenti (essere 100% anonimi in rete, soluzione gratuite per navigare anonimamente e sicuri) si è discusso su alcune soluzioni per essere anonimi in rete, in particolare:

– uso di servizi web appositi (Anonymouse, Hide My Ass, Megaproxy sono solo alcuni)
– uso di liste di proxy pubblici (SAS, AliveProxy)
– utilizzo di programmi appositi (es. TOR, XeroBank, Freeproxy)
– uso di servizi VPN (li potete trovare nell’articolo menzionato)

Ognuno di essi ha dei pregi e dei difetti. E’ buona norma comunque testare l’efficacia della propria anonimità tramite dei servizi appositi (es. Show my IP, Pensacola’s Greatest sezione Proxy Tests ne sono alcuni). Analizziamoli allora questi pro e contro:

uso di servizi web appositi:
pro: non richiedono alcuna installazione/configurazione
contro: generalmente vengono supportati tramite pubblicità, possono avere problemi con pagine aventi certe tecnologie (es. particolari Javascript, Flash/Silverlight, ecc…), garantisce anonimato solo per la navigazione web

uso di liste di proxy pubblici:
pro: non richiedono installazioni, possibilità di utilizzarli non solo nella navigazione web (es. anche in client di messagistica, chat, client ftp, ecc…), possibilità di scelta della velocità e quindi delle performances
contro: generalmente occorre aggiornarli ogni tot. tempo in quanto non rimangono funzionanti, da verificare tramite test se sono effettivamente anonimi

utilizzo di programmi appositi:
pro: generalmente forniscono un anonimato sicuro e senza stare a preoccuparsi di trovare un servizio web adeguato oppure un indirizzo proxy funzionante
contro: richiede installazione software, possono rallentare anche sensibilmente la navigazione

uso di servizi VPN:
pro: offrono una buona velocità (ovviamente ciò è rapportato alla qualità del servizio), anonimizzano non solo la normale navigazione web ma per esempio anche l’uso P2P
contro: possono richiedere installazione software, i migliori generalmente sono a pagamento

Concludo l’articolo segnalando 2 siti in inglese molto interessanti: Pensacola’s Greatest (raccoglie una serie di link interessati divisi per varie categorie), tools.rosinstrument.com how to (una bella guida sull’anonimato e offre vari tools)

Rispondi