Perché aggiornare a Windows 10

By | 18 gennaio 2015

Windows 10

Windows 10 è il prossimo sistema operativo di casa Microsoft, successore di Windows 8.

Tutte le novità verranno annunciate il prossimo 21 Gennaio quando sarà annunciata la Consumer Preview del nuovo sistema operativo, la data di uscita è prevista per autunno 2015.

Windows 10 introduce diverse novità e miglioramenti, caratteristiche che giustificano un upgrade se attualmente si ha installato Windows 7 o 8, per gli utenti che attualmente usano Windows 8.1 l’aggiornamento potrebbe essere gratuito.

Innanzitutto Windows 10 sarà un sistema operativo multipiattaforma, ovvero una versione unificata per desktop e mobile funzionante quindi con qualsiasi dispositivo e tipologia di input e quindi anche uno Store unico. La nuova modalità Continuum permette di passare dall’uno all’altro ambiente con un semplice tocco delle dita, questa caratteristica è pensata soprattutto per i dispositivi ibridi e viene attivata quando il sistema operativo rileva o meno la presenza della tastiera.

Windows 10 prevede il ritorno del tanto amato menù Start, scomparso con Windows 8.

Un’altra importante caratteristica è l’introduzione di desktop virtuali, l’utente potrà switchare tra quanti desktop desidera, un po’ come avviene già da tempo in Mac OS X.

In Windows 10 le app Metro potranno essere aperte in modalità finestra anziché solo a tutto schermo, come avviene in Windows 8.

Un’importante novità è l’introduzione di Cortana, l’assistente virtuale per Windows Phone. Sarà presente nella barra delle applicazioni e potrà essere usata sia tramite tastiera che usando i comandi vocali.

Inoltre Microsoft starebbe sviluppando un nuovo browser dal nome in codice Spartan in sostituzione di Internet Explorer, il nuovo software per la navigazione sarà estremamente leggero.

Novità anche per i videogiocatori con l’integrazione di DirectX 12.

Windows 10 dovrebbe portare anche notevoli miglioramenti alla sicurezza e alla privacy (nuovo metodo di autenticazione a due fattori, ecc…).

Novità anche dal punto di vista multimediale con il supporto nativo per MKV e lo standard di compressione video H.265/HEVC. I files possono essere riprodotti con Windows Media Player e sarà possibile effettuare lo stream ai dispositivi abilitati DLNA utilizzando la tecnologia wireless “Play To”.

Microsoft ha previsto 3 modalità di aggiornamento del sistema operativo: Opt-In (il sistema operativo sarà aggiornamento con frequenza elevata, questa modalità è indirizzata principalmente agli utenti privati), Lock-down (questa modalità è indirizzata alle aziende, gli aggiornamenti non includeranno nuove feature, ma solo patch di sicurezza e fix), In-between (questa opzione prevede un approccio misto).

Aspettando la versione finale è possibile scaricare il file ISO della Technical Preview.

Rispondi