Aumentare la velocità del vostro blog WordPress in 8 modi

By | 25 novembre 2010

Voglio condividere delle soluzioni che ho adottato per aumentare la velocità del blog frutto di varie letture effettuate in Rete.

Il beneficio, oltre quello evidente di una migliore fruizione per i visitatori, si sente anche a livello SEO, infatti Google è un fattore che tiene in considerazione riguardo al ranking.

1. Utilizzare un tema leggero

un tema leggero (ricercare ad esempio minimalista) sia dal punto di vista grafico che di funzioni PHP e script utilizzati all’interno è la base di partenza.
Come è possibile notare molti blog di successo usano temi/templates semplici e puliti.

2. Effettuare analisi performance con Firebug (e gli addons Pagespeed e Yslow)

Firebug è un’utile strumento (addon Firefox) utilizzato principalmente per effetture debug sul codice, ma ha anche un’utile funzione per misurare il caricamento di una data pagina web (tab “All” -> sottotab “Net”): vengono analizzate tutte le richieste (request) e il loro tempo di caricamento. Per una migliore analisi è anche possibile utilizzare l’estensione Firefox Page Speed di Google in cui è possibile analizzare una pagina e viene mostrato un punteggio riguardo la velocità ottenuta, vengono elencate le criticità con opportuni simboli e vengono dati dei consigli per ottimizzare la pagina in termini di velocità in base all’analisi effettuata; un’altra estensione simile è Yslow di Yahoo

3. “minificare” i fogli di stile e gli script Javascript
tramite dei plugins per WordPress è possibile ridurre considerevolmente il peso dei fogli di stile e degli script Javascript tramite una tecnica che li “comprime”.
E’ possibile utilizzare l’apposito modulo presente nel plugin W3 Total Cache (vedesi punto successivo)

4. abilitare e utilizzare il caching
tramite degli appositi plugin è possibile utilizzare la funzione di caching delle pagine, ovvero la prima volta che viene visitata essa viene memorizzata all’interno del proprio server web in modo statico (per intenderci in html), le successive volte viene richiamata la pagina salvata anzichè ricomporre dinamicamente la pagina php.
Esistono vari plugins, quello che mi sono trovato meglio e più performante è il W3 Total Cache; le impostazioni di default vanno bene in linea generale, se si vuole approfondire le impostazioni nel dettaglio è possibile seguire l’ottima guida (in inglese) di Zemalf.com e/o StrictlyOnlyBiz

5. utilizzare il modulo Apache mod_pagespeed se il proprio hosting lo prevede
si tratta di un recente modulo Apache sviluppato da Google, guarda questo video comparativo

6. ottimizzare saltuariamente il database
ogni tanto è buona norma ottimizzare le tabelle del database di WordPress, è possibile fare ciò direttamente tramite PHPMyAdmin o appositi plugins (es. WP-Optimize)

7. scegliere un host efficiente
un servizio di hosting con una buona banda a disposizione e in grado di gestire diverse connessioni contemporaneamente

8. ridurre il peso delle immagini e se possibile hostarle in servizi appositi
cercare di comprimere il più possibile le immagini presenti nel blog e se possibile hostarle in appositi servizi (es. Picasa, Flickr, ecc…) anzichè nel proprio web server

Rispondi