Intervista con Rapidshare riguardo il one-click hosting nel web

By | 14 gennaio 2009

Dopo il grande successo dell’intervista con Karel Gevers di Netlog inizia l’anno con un’altra incredibile intervista, questa volta con Rapidshare (con Katharina Scheid, addetta ai rapporti con la stampa), uno dei più famosi e utilizzati servizi per l’hosting di files nel web.

1) Esistono tanti servizi di one click file hosting e Rapidshare è uno dei più grandi, a cosa è dovuto questo successo?
Io penso che una delle ragioni del successo di RapidShare è il concetto dietro esso: il servizio è molto facile da utilizzare, veloce e sicuro. Credo che un’altro motivo è la grande domanda per lo scambio di dati attraverso internet, da quando è confortevole e veloce. Ricordi quando ci volevano giorni per un disco con dati importanti ad essere consegnato per posta? Oggigiorno possiamo inviare files in tutto il mondo in secondi.

2) La vostra offerta premium ha successo tra le persone utilizzatori di Rapidshare o molti preferiscono la soluzione gratuita?
La differenza tra utenti premium e free varia, così non è molto utile dare un numero.

3) L’offerta premium è l’unico guadagno che Rapidshare AG ha?
Si, più servizi per gli utenti business. Ma non c’è pubblicità nel nostro sito.

4) Cosa ne pensi riguardo agli “hacks” che qualcuno utilizza per bypassare dei limiti della soluzione gratuita? Rapidshare “sviluppa” contromisure?
Disapproviamo l’hacking naturalmente e sviluppiamo strategie contro di esso.

5) Nell’ “ultima versione” del servizio gratuito Rapidshare ha cancellato il metodo captcha, siccome mi interesso anche di sviluppo web ho la curiosità di sapere perchè è stato fatto?

Eliminando i captcha è stato possibile semplificare l’uso del servizio gratuito di RapidShare´s significativamente. Ma per proteggere RapidShare dalla congestione causata dai downloading automatici abbiamo dovuto limitare la velocità massima di download per gli utenti free.

6) One click web file hosting vs P2P: Rapidshare (e gli altri) stanno diventando il miglior file sharing a dispetto dei “canali tradizionali” come eMule, torrents etc…?
Siccome RapidShare opera in un’ “arena” differente non possiamo commentare questa domanda, ci dispiace.

7) Quale tipo di controllo Rapidshare effettua sui files hostati? Anche se nelle condizioni d’uso è espressamente vietato contenuto illegale (protetto, pornografia, ecc…) molte persone/team che operano nel campo pirata fanno un largo uso di Rapidshare e degli altri one click file hosting per questo scopo. Pensa che Rapidshare (e gli altri) “espandino” lo scambio di files illegali?
No. Prima di tutto, è di base solo il contenuto proibito, che è visibile su internet. I nostri clienti business non rendono pubblico i loro contenuti confidenziali ed è questa una delle ragioni cui le persone vengono alla conclusione che la maggior parte del contenuto immagazzinato deve essere contenuto illegale. Ma se aggiungi tutti i links che trovi in internet che potrebbero contenere materiale coperto da copyright, saràà ancora una piccola frazione di ciò che è immagazzinato sui server RapidShare, che hanno capacità di più di 4,5 petabytes.

Secondariamente, la pirateria esiste dapprima che il primo file hosting è stato creato. Pensiamo che le persone paghino per musica e servizi, se essi li avranno nel giusto formato e al giusto prezzo. Apple iTunes ha dimostrato che molte persone preferiscono pagare per la musica piuttosto che rubarla, come per esempio possono comprare la singola canzone che stanno cercando, anzichè l’intero album ed inoltre è facile da acquistare. Credemo che vorremmo vedere meno pirateria se i prodotti e servizi sono perfettamente allineati con le esigenze degli utenti.

Ritornando alla prima domanda, eliminiamo il contenuto che viola la legge dopo che il possessore del contenuto ce lo ha reso noto. Non è possibile preventivamente controllare gli uploads. C’è una misura complicata, non solo tecnicamente, ma anche riguardante la legge.

8 ) Una piccola anteprima riguardo le prossime “caratteristiche” del servizio Rapidshare (sia per quello gratuito che a pagamento) offrirà o pianifica?
Stiamo lavorando su differenti progetti. Un esempio è il lucchetto sicuro che abbiamo giusto introdotto alla fine dell’anno, aggiungendo maggiore sicurezza agli account premium. Abbiamo anche introdotto RapidShare awards e aggiunto qualche nuovo prodotto alla lista. In futuro vogliamo espandere servizi come RapidGames, che fornisce gli utenti di un sito aggiuntivo per scaricare patch, versioni di prova e trailers, perchè è utilizzato massivamente e la domanda sembra essere alta. Ci sono tante altre idee, che non possiamo dire al momento, ma ti terremo aggiornato.

9) L’ultima domanda, più dettagli riguardo l’infrastruttura? Numero di impiegati diretti, l’hardware di immagazzinamento/server…

Fattori di business

* Fondata nel 2006
* stock company unita da leggi Svizzera (non pubblicamente elencato)
* Segmento business: 1-click-hosting
* COO: Bobby Chang
* Sito web: www.rapidshare.com
* Elencato tra i siti Alexa Top-100 del mondo

Fattori tecnici

* Connettività rindondante: più di 240 Gigb/s
* Vettori: Level 3 Communications, Cogent, TeliaSonera, VSNL International, Global Crossing, T-Systems
* Capacità di servire oltre 3 milioni di utenti simultaneamente
* Immagazzinamento: più di 4,5 Petabytes
* Collocazione in data center professionali
* Utilizzo di software proprietario esclusivamente sviluppato per alti volumi di 1-click-hosting

Servizio: 1-click hosting

* Facile da utilizzare
* Servizio gratuito: distribuisce files troppo grandi per essere inviati per email
* Servizio Premium: caratteristiche aggiuntive per più benefici
* Alto livello di sicurezza: i link non possono essere indovinati, non c’è la funzione ricerca nel sito

Servizi aggiuntivi: RapidGames

* Lanciato nel giugno 2007
* Download di patch, trailers, demo, clients e materiale aggiuntivo per giochi più popolari

Rispondi