Wix, piattaforma per la creazione di siti Web

Oggigiorno essere presenti su Internet è fondamentale ma non tutti hanno le conoscenze tecniche per aprire un sito web.

Se non volete necessariamente rivolgervi a specialisti (web designer e sviluppatori) esistono delle soluzioni a costi contenuti che permettono, a chiunque ne abbia esigenza, di creare un sito web in poco tempo ed in completa autonomia; Wix è una di queste.

Grazie alla sua chiarezza e facilità d’uso la piattaforma permette a qualsiasi tipo di utente di essere immediatamente online.
Wix conta più di 50 milioni di utenti in tutto il mondo ed è tradotto in 11 lingue tra cui l’Italiano.

Wix mette a disposizioni tanti templates, gratuiti e a pagamento, realizzati con moderne tecnologie e ottimizzati per il mobile.
I templates sono comodamente divisi in varie categorie ed è possibile personalizzarli grazie ad un moderno editor online basato su HTML5.

Wix Editor

L’uso dell’editor è immediato: è possibile modificare facilmente le Pagine, il Design, aggiungere elementi (testo, immagini, galleria, multimedia, ecc…), aggiungere app dal market.
Ciò che a mio avviso manca per essere davvero completo è il poter personalizzare a fondo il tema tramite una sorta di editor HTML/CSS integrato nello strumento.
Invece ciò che mi è piaciuto molto è l’anteprima in tempo reale del layout mobile con le opzioni specifiche per personalizzare il Design e l’aggiunta di elementi.
Un altro punto a favore è l’attenzione per il SEO, fondamentali per essere “trovati” dai motori di ricerca.
Infatti, sempre nell’editor, sono disponibili le impostazioni sia di base (titolo del sito, descrizione e parole chiavi) sia quelle avanzate dov’è possibile inserire manualmente i tag META.

Ciò che mi piace di Wix è la sua flessibilità grazie a tante apps pronte all’uso. Nell’app market se ne trovano sia gratis che a pagamento e sono divise in varie categorie. E’ quindi possibile estendere il sito di “base” integrando facilmente nuove funzionalità, ad esempio è possibile aggiungere una live chat, integrare Google Maps, inserire form di contatto, integrare funzionalità sociali e molto altro.
Inoltre grazie a pacchetti Premium è possibile usufruire di importanti features che rendono il servizio davvero completo: utilizzare un proprio dominio personale acquistato presso qualsiasi domain registrar, rimuovere gli annunci Wix, avere larghezza di banda illimitata e spazio memoria aggiuntivo, collegare Google Analytics per ottenere statistiche complete.
Non da ultimo Wix permette anche di avere un proprio indirizzo email personalizzato (fornito da Google).

In conclusione ritengo Wix un buon servizio, adatto per chi vuole creare un proprio sito web personale come portfolio, blog (è possibile switchare da sito a blog nell’editor) ma anche per promuovere il proprio business. Infatti anche chi ha una propria attività la può valorizzare e trovare potenziali nuovi clienti tramite un sito web realizzato con Wix e, per chi ha esigenze di e-commerce, è possibile sfruttare sia le apposite apps che Wix mette a disposizione tramite il market sia effettuare upgrade a pacchetto Premium pensato ad hoc.

Sviluppare siti e apps mobili: panoramica

Il settore della tecnologia mobile è quello a più rapida crescita negli ultimi anni e, di conseguenza, le attività professionali collegate.

Una di queste è sicuramente lo sviluppo per piattaforme mobili, sia che si tratti di semplici siti web o applicazioni web complesse.

Avrete sicuramente sentito nominare la parola “responsive” (identificato anche con la sigla RWD), termine che indica l’adattabilità ai diversi dispositivi e risoluzioni.

Grazie ai moderni linguaggi e tecnologie quali HTML5, Javascript e CSS è possibile realizzare siti e web app perfetti per il mobile.

Naturalmente lo sviluppo web per mobile è un argomento complesso che andrebbe trattato approfonditamente in molti articoli.
Con questo articolo si vuole fornire dei concetti generali senza entrare troppo nei tecnicismi.
Ecco quindi alcune “basi” per iniziare.

Affidarsi ad un framework pensato per lo sviluppo mobile aiuterà a rendere il lavoro più facile.
Essi mettono a disposizione componenti, plugins, widgets, temi ecc… già pronti per essere utilizzati senza dover partire da zero.
Tra i più famosi vanno citati sicuramente jQuery Mobile e Sencha Touch.
Essi sfruttano le moderne tecnologie elencate sopra mettendo a disposizione strumenti per sviluppare facilmente per il mobile.

L’utilizzo delle Media Queries CSS3 permette di sviluppare layout per risoluzioni diverse.

E’ possibile testare in locale su pc tramite appositi tools che simulano il comportamento mobile.

Volendo è possibile “convertire” i propri siti e web app mobili in applicazione native iOS, Android, Windows Phone ecc…
A tal proposito lo strumento più utilizzato è Phonegap.

E’ anche possibile monetizzare usando diversi modelli: pubblicità in-app, pay per download, freemium, notifiche, app a pagamento (vedi infografica)

Infine un elenco di utili risorse (in inglese) per lo sviluppo mobile:

The Essential HTML5 Mobile Cheat Sheet
10 handy HTML5 cheat sheets for geeks
Touch Gesture Reference Guide
iOS and Android Design Guidelines cheat sheet
How to promote an App?
Mobile Web @ W3C

Trasforma i siti web in applicazione desktop

Con i moderni browser e sistemi operativi è possibile “trasformare” i siti web in applicazioni desktop.

Per esempio con il recente Windows 8 è possibile “pinnare” un qualsiasi sito nell’interfaccia Metro, è sufficiente visitare il sito tramite Internet Explorer (aperto dall’interfaccia Metro) e cliccare sul relativo bottone

Windows 8 pin

windows 8 pin

Tramite Google Chrome è sufficiente selezionare il menù del browser, quindi Strumenti e poi Crea scorciatoie applicazioni. E’ possibile selezionare i flag per creare i collegamenti nel desktop, nel menù avvio e nella barra delle applicazioni.

Con Internet Explorer (dalla versione 9) è possibile “pinnare” i siti nella barra degli strumenti di Windows, semplicemente trascinandoli (dall’icona presente nella barra degli indirizzi).

pin Internet Explorer

Esistono anche delle applicazioni di terze parti per questo scopo:

Fluid (per Mac) disponibile sia in versione free che a pagamento permette di creare applicazioni in modo molto semplice, basta specificare sito web, nome, posizione ed icona.

Bloccare siti applicazioni e porte in Windows

Tramite gli strumenti offerti da Windows (senza l’uso di programmi di terze parti) è possibile bloccare l’accesso a siti web, impedire che applicazioni accedino a Internet e bloccare le porte, vediamo come.

Bloccare l’accesso ai siti web

E’ sufficiente aprire con un editor di testo il file hosts presente all’interno della cartella Windows\System32\Drivers\etc ed aggiungere tot righe in base ai siti che si vuole bloccare, es.:

127.0.0.1 sitoa.com
127.0.0.1 sitob.net

Si può omettere il www, quello che conta è il dominio. In questo modo non si fa altrio che ridirezionare sitoa e sitob all’indirizzo di loopback.

Bloccare l’accesso ad Internet da parte dei programmi

Da Windows XP in poi è presente il firewall integrato. Per bloccare l’accesso ad Internet da parte di un programma andare in Impostazioni avanzate di Windows Firewall.
Qui spostarsi in “Regole connessioni in uscita” e poi creare una nuova regola.
Come tipo di regola lasciare il radio button su Programma e andare avanti.
Selezionare quinid il percorso dell’eseguibile che si vuole bloccare e andare avanti, quindi lasciare il radio button su “Blocca la connessione”. Nello step successivo lasciare checkati tutti i profili (Dominio, Privato, Pubblico) ed andare avanti, infine assegnare un nome alla regola.

Bloccare le porte TCP e UDP

Sempre tramite Windows Firewall creare una nuova regola per le “connessioni in entrata”. Stavolta come tipo di regola selezionare porta ed andare avanti. Quindi selezionare se si tratta di porta TCP o UDP e indicare le porti locali specifiche, quindi lasciare il radio button su “bloccare la connessione” ed infine lasciare checkati i profili e dare un nome alla regola.

Siti di immagini stock gratuite

Un elenco di utile risorse dove reperire immgini stock gratuite utilizzabili per i vostri progetti:

Freepik – vettoriali, PSD, icone e foto

Stock Repository – un gruppo del noto sito Flickr che fornisce immagini realizzate dagli utenti

Foter – un motore di ricerca per foto stock. Possibilità di visualizzare le immagini per categorie

RGBStock – fornisce un gran numero di foto stock di alta qualità, occorre il login (tramite registrazione sullo stesso sito o account Facebook) per scaricare. Possibilità di ricerca interna o navigare tramite le sezioni nuove foto, popolari, casuali

26 places to find free multimedia for your blog anche se l’articolo è del 2009 Mashable elenca diversi ottimi siti dove trovare foto stock gratuite

GettyImages un sito che offre foto stock anche royalty free

Everystockphoto motore di ricerca foto stock

Pixabay

PublicDomainPictures

TotallyFreeImages

Ricevi gli aggiornamenti del blog

Vuoi rimanere aggiornato riguardo gli ultimi articoli pubblicati nel blog? Inserisci la tua email per sottoscriverti alla newsletter!