Tutorial Teamviewer 6

TeamViewer è un ottimo e popolare programma multipiattaforma (anche in versione mobile) gratuito (per scopi commerciali è posibile acquistare una licenza) per il controllo remoto del pc. Le principali caratteristiche che lo contraddistinguono sono la sua semplicità, leggerezza e sicurezza, inoltre è disponibile anche come versione portable non richiedendo installazioni.

Ecco di seguito una guida veloce all’utilizzo illustrata con immagini:

E’ possibile scaricare il programma nella sezione Download. La guida si basa sulla versione all-in-one, che è la versione completa che permette sia di instaurare un collegamento che accettarlo.

Una volta avviato l’eseguibile scaricato è possibile scegliere se avviare il programma o avviarlo senza installazione. (foto 1)

All’avvio il programma in modo compatto appare suddiviso in 2 parti (foto 2): controllo remoto e Presentazione. Sono simili, solo che la prima serve appunto al controllo remoto. Comunicando ID e password ad un altro utilizzatore di TeamViewer esso potrà amministrare il vostro pc; se invece volete amministrare un computer basterà inserire l’ID dell’interlocutore nel relativo campo ID partner e cliccando per instaurare il collegamento verrà chiesta la relativa password (foto 3). Nella tab Presentazione invece è possibile avviare una presentazione invitando altri utenti e comunicando loro ID e password oppure è possibile unirsi ad una presentazione inserendo l’ID della persona che ha avviato la presentazione.

Una volta instaurato il controllo remoto si avrà a disposizione un comodo menù con delle funzionalità (foto 4) mentre l’altro utente viene avvisato tramite una popup del collegamento avvenuto. (foto 5). Entrambi possono interrompere il collegamento in qualsiasi momento tramite la crocetta rossa.

Una breve panoramica di tutti i menù: Operazioni (foto 6), Visualizza (foto 7), Audio/Video (foto 8 ), Trasferimento files (foto 9), Extra. (foto 10)

Tra le funzionalità più utili a corredo del controllo remoto troviamo appunto la possibilità di stabilire un trasferimento files tra i due computer e avviare una sessione di chat.

Il programma dispone anche di una funzionalità (necessario iscrivere un account gratuito) per visualizzare se i propri interlocutori sono online. (foto 11)

Come impostare connessione db MySQL remota utilizzando HTTP tunneling

I provider hosting, così come quello che ospita questo sito, forniscono degli strumenti online per la creazione/gestione database (cPanel, phpMyAdmin per esempio). Molti provider generalmente “bannano” l’utilizzo di strumenti per connettersi remotamente al db, ad esempio l’utilizzo di client desktop appositi.

Esiste però un modo di “bypassare” questo meccanismo collegandosi tramite http tunneling. In pratica in questo modo si forza il client ad effettuare una richiesta utilizzando il protocollo http, e quindi la porta tcp 80, e non viene bloccato.

Vediamo come effettuare questo tipo di collegamento con 2 programmi gratuiti, EMS SQL Manager e Navicat Lite.

Con il primo una volta installato bisogna copiare il file emsproxy.php che si trova dove è stato installato il programma all’interno del proprio server web. Fatto questo lanciamo il programma e andiamo nel menu Database e selezioniamo Register Database, qui dobbiamo impostare i parametri di connessione al nostro db MySQL remoto e cosa molto importante mettere il checkbox alla voce “use HTTP tunneling”. Nello step successivo inserire l’url completo dove abbiamo messo il file php uppato e confermare. Inserire quindi il nome del proprio database e premere su Finish.
In questo modo saremmo connessi ad esso e potremmo interagire ed eseguire tutte le operazioni direttamente da client desktop!

Con l’altro programma, Navicat Lite, è lo stesso principio.
Una volta installato posizioniamoci all’interno della cartella e uppiamo il file ntunnel_mysql.php, apriamo il programma e cliccare sul bottone Connection e selezionare MySQL. Nella finestra che apparirà digitare i propri dati, quindi posizionarsi nella tab HTTP e spuntare la voce “Use HTTP tunnel”; inserire quindi l’URL completo del file uppato e dare l’ok (si può anche provare se la connessione funziona cliccando il pulsante Test connection).

Accesso remoto e file sharing con Weezo

Oggi voglio recensire un software gratuito davvero interessante e con molte caratteristiche che lo rendono completo per l’accesso remoto e il file sharing.

Di programmi simili avevo parlato poco tempo fa di Opera Unite, questo si chiama Weezo.
Una volta installato permette di trasformare il proprio computer in un potente e sicuro server web per eseguire varie operazioni personali (desktop remoto, scambio files, monitoraggio webcam, ecc…) e per condividere vari media (foto, musica, video, web tv, ecc…).
Tra le altre caratteristiche elenchiamo la possibilità di leggere la propria posta, hostare proprio blog o sito, condividere i propri siti preferiti, è multilingua (italiano non ancora incluso).

Il software è per tutte le versioni di Windows, interfaccia skinnabile stile sistema operativo, si appoggia su tecnologie sicure ed open quali Apache, PHP e OpenSSL. Permette di estenderne le funzionalità grazie ai plugins.

Ricevi gli aggiornamenti del blog

Vuoi rimanere aggiornato riguardo gli ultimi articoli pubblicati nel blog? Inserisci la tua email per sottoscriverti alla newsletter!