I migliori hack del registro Windows 10

Di | 4 luglio 2018

Registro Windows

Una collezione dei migliori hack del registro di sistema di Windows 10.

Tramite questi hack potrete abilitare funzionalità nascoste ed ottimizzare il sistema operativo.

Per aprire l’editor del registro di sistema premere Win + R, digitare regedit e premere INVIO; in alternativa, premere Win + C, fare click su Cerca, digitare regedit.exe e fare click sull’icona visualizzata.

Abilitare la funzionalità anti-adware di Windows Defender

Individuare la chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows Defender\MpEngine; se la cartella MpEngine non dovesse essere presente, fare click con il tasto destro del mouse sulla cartella Windows Defender e selezionare Nuovo -> Chiave per crearla ed assegnarle il nome.
Fare click sulla chiave MpEngine appena creata, quindi creare un nuovo valore di tipo DWORD 32 bit, nome: MpEnablePus, valore: 1.
Chiudere l’editor del registro e riavviare il sistema perchè la modifica abbia effetto.

Aggiungere app al menù contestuale di Windows

E’ possibile aggiungere specifiche app al menù contestuale di Windows, prendiamo ad esempio Notepad.

Recarsi in Computer\HKEY_CLASSES_ROOT\Directory\Background\shell, qui creare una chiave chiamata “Notepad”, e sotto questa creare un’altra chiave chiamata “command”. In quest’ultima cliccare con il tasto destro sulla stringa “Default” e come valore scrivere “notepad.exe”.

Aprire l’ultima finestra attiva di un’app con un click

Le applicazioni con più finestre aperte vengono raggruppate in una sola icona sulla barra delle applicazioni. Passando con il mouse su di esse verrà visualizzata l’anteprima delle finestre aperte.
Effettuando la seguente modifica al registro di sistema verrà aperta sempre l’ultima finestra attiva cliccando sull’icona di un’applicazione con più finestre aperte.

Recarsi in HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\Advanced. Fare click con il tasto destro sulla cartella Advanced, poi su Nuovo > Valore DWORD (32 bit). Chiamare il valore “LastActiveClick” e premere Invio.
Fare doppio click sul valore appena creato, impostare il valore ad 1 e cliccare OK.

Rimuovere OneDrive da Esplora risorse

Se non si utilizza OneDrive per il proprio cloud storage è possibile rimuoverlo da Esplora risorse.

Recarsi in Computer\HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{018D5C66-4533-4307-9B53-224DE2ED1FE6}.
Cambiare il valore di “System.IsPinnedToNameSpaceTree” mettendo 0 e riavviare il computer.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.