Email marketing a costo zero con phpList – parte 1

By | 31 maggio 2017

newsletter

Chi ha un blog o sito web (aziendale, portfolio, ecc…) può utilizzare diversi canali per mantenere un contatto con gli utenti.
Sebbene i social, Facebook e Twitter in primis, vengano sempre più utilizzati per questo scopo, la cara e vecchia newsletter può risultare uno strumento molto efficace, ad esempio per informare gli utenti sulle novità oppure per offrire contenuti esclusivi ai sottoscrittori.

Ci si può affidare ad uno dei tanti servizi con piani a pagamento per l’invio di newsletter quali Mailchimp, Aweber, Constant Contact, Getresponse per citarne qualcuno, ma esiste una soluzione completamente gratuita, phpList.

phpList è un software gratuito di newsletter scritto in PHP, gli unici requisiti sono server web Apache, PHP versione 4.3.x o superiore, MySQL versione 4.0.x o superiore.
Al momento della stesura dell’articolo l’ultima versione stabile disponibile per il download è la 3.3.1.

Viene anche offerta una soluzione a pagamento di email marketing basata sul software opensource phpList ma questa guida è relativa alla soluzione self hosted gratuita.

E’ possibile installare phpList tramite auto installer via Softaculous, Fantastico, ecc… oppure manualmente, vediamo questo tipo di installazionne.

Installazione phpList

Nel manuale online di phpList viene descritto in modo completo come procedere all’installazione manuale di phpList.

Riassumiamo i passaggi:

– Scaricare l’ultima versione stabile di phpList

– Estrarre localmente tutto il contenuto dell’archivio compresso.

– Effettuare l’upload della cartella “lists” nel proprio spazio hosting tramite un qualsiasi client FTP.

– Nel proprio pannello di controllo (es. cPanel) creare un database (nome database, username e password).

– Editare il file “config.php” sotto lists\config con un qualsiasi editor di testo (es. Notepad, Notepad++): qui vanno inserite le informazioni relative a database_host (tipicamente localhost), database_name, database_user e database_password create in precedenza.
Oltre a questo è possibile scegliere se utilizzare un server SMTP per l’invio delle email (ad esempio quello del proprio fornitore di hosting se incluso nel piano, ma accertarsi prima se l’uso tramite phpList può creare problemi, ad esempio ban/blacklist IP per abuso; oppure utilizzare un qualsiasi altro server SMTP, ad esempio Gmail) altrimenti verrà utilizzata la normale funzione mail di php().
La variabile TEST invece serve per impostare phpList in modalità di test oppure no, se il valore è 1 non verrà inviato alcun messaggio.
E’ presente un’ulteriore sezione, opzionale, con altri valori impostabili, ad esempio per la gestione dei bounces (letteralmente rimbalzi), ovvero l’email di risposta che si riceve quando un messaggio inviato non arriva a destinazione.
Sempre sotto lists\config è presente un file chiamato “config_extended.php” con altri parametri aggiuntivi da impostare se necessario. E’ sufficiente copiare quelli da utilizzare (ad esempio la lingua del frontend, definire la root dov’è installato phplist se diverso dal percorso “lists”, abilitare debugging SMTP, definire utente e password SMTP, ecc…) e aggiungere righe extra sempre al file config.php.

Nella seconda parte vedremo l’installazione tramite browser web, la configurazione nel pannello di amministrazione, la creazione di liste pubbliche, la creazione di una pagina per la sottoscrizione, l’aggiunta di sottoscrittori e l’invio di una newsletter.

Rispondi