Iniziare a programmare con iOS e Android

By | 19 febbraio 2013

Volete iniziare a programmare per iOS e Android? Vediamo tutto l’occorrente.

iOS:

Per sviluppare app native iOS occorre:

– un Mac con l’ultima versione di OS X (per gli utenti Linux e Windows esistono 2 possibilità, utilizzare l’ambiente Mac tramite servizio cloud oppure tramite macchina virtuale)

iOS SDK e Xcode

Tramite il programma Apple Developer Program tramite abbonamento annuale vengono forniti tutti gli strumenti per sviluppare, testare e distribuire le proprie app nell’app store Itunes.

Il kit comprende Xcode, l’ambiente di sviluppo completo, iOS Simulator per testare/debuggare le proprie app, vari strumenti per collezionare, visualizzare e comparare le performances delle proprie app e Interface Builder, un tool per generare facilmente interfaccie.

Inoltre sono presenti un’ampia documentazione e video, un forum di supporto ed esempi di codice.

I progetti ovviamente oltre a poter essere all’interno dell’ambiente di sviluppo possono essere esportati come app runtime (.ipa) e quindi pubblicati nello store.

Ricordo che come linguaggio di programmazione viene usato Objective C.

Infine vi lascio ad un’ bell’articolo approfondito di Smashing Magazine

Android:

Per sviluppare app native Android occorre:

– un pc con Windows, Mac o Linux
JDK
Android SDK
– un’IDE (il bundle dell’SDK include una versione di Eclipse con ADT, Android Developer Tools, incorporato)

I progetti ovviamente oltre a poter essere all’interno dell’ambiente di sviluppo possono essere esportati come app runtime (.apk) e quindi pubblicati nello store.

Come per iOS, analogamente occorre aprire un account Google Play publisher (quota di registrazione di 25$) e poi tramite la Google Play Developer Console è possibile distribuire le proprie applicazioni agli utenti tramite lo Store.

Ricordo che come linguaggio di programmazione viene usato Java.

Rispondi