Guida e trucchi Lphant 3.5 parte 2

By | 27 maggio 2008

Seconda e ultima parte di articolo per parlare di questo client p2p “ibrido”…

Una volta installato e configurato Lphant avviandolo possiamo vedere lo status (in Ed2k info verifichiamo di essere connessi con ID alto e che l’indicatore Kad info sia verde), altrimenti se siamo disconnessi clicchiamo sul pulsante Connect, anche qui come per emule è presente la lista server (doppio click sopra a quello che vogliamo connetterci).
Così come eMule anche Lphant ha bisogno di una lista server aggiornata e sicura, possiamo caricare un server.met da internet, reperendola da qui. Abilitare l’opzione Update server list when connecting to a server da Opzioni/Advanced/Edonkey, mettere il segno di spunta su lista server ed incollare l’indirizzo della lista che si è reperito.

Invece per il discorso torrent nella sezione Torrent search selezionamo un motore e premiamo su search for torrents. Da qui possiamo effettuare la nostra ricerca e una volta individuato il/i files da scaricare, cliccare e selezionare di aprire il file con Lphant, in questo modo verrà aggiunto automaticamente alla lista download di Lphant, qui possiamo andare in torrent details per visualizzare lo stato del tracker a cui siamo connessi e la lista dei files compresi nel torrent, con il tasto destro sui files possiamo impostarne la priorità.

Una nota riguardo il download dei video: è possibile abilitare l’anteprima (da Opzioni/Interfaccia cliccare su Esplora, accanto a Player video selezioniamo il nostro player multimediale preferito) per non incorrere nei fake. Tasto destro sul video in download e selezionare Anteprima.

Suggerimento: nella sezione Statistiche in Connessione possiamo visualizzare il numero di connessioni attive e la banda in download e upload utilizzata dalle reti Edonkey e Torrent, possiamo più o meno aumentare la banda di uno rispetto all’altro, se vogliamo privilegiare di più una rete: andando in Opzioni/Main si puà variare la % upload to BitTorrent, più è alto questo valore più si privilegia la rete torrent, invece diminuendola si spingerà di più la rete ed2k.

Trucco: alcuni tracker rifiutano i client ibridi come Lphant, si potrebbe quindi non riuscire a scaricare. Per ovviare al problema si può far credere al tracker di utilizzare un client come uTorrent o Azureus. Abilitare la visualizzazione dei files nascosti in Windows, portarsi nella cartella utente di Lphant (generalmente sotto XP Documents and settings\Nome utente\Dati applicazioni\lphant mentre sotto Vista Utenti\Nome utente\Appdata\Local\lphant) con un editor di testo aprire il file config.xml e modificare l’opzione BTID con la stringa

< property key="BTID" value="-AZ2504-" type="string"
/>

Altro trucco, togliere la pubbblicità da Lphant: anche se durante l’installazione si sceglie di non installare l’adaware aggiuntivo il client continuerà a visualizzare banner pubblicitari. Per disabilitarli aprire con un editor di testo il file hosts presente in Windows\system32\drivers\etc e aggiungere in una nuova riga lphant.com localhost. In questo modo le connessioni dirette al sito lphant.com verranno annullate. Quando ci si vorrà ricollegare al sito ufficiale (es. per scaricare gli aggiornamenti) occorrerà temporaneamente cancellare o commentare (con #) la riga appena inserita.

Infine, un po di legenda:

ICH = acronimo che indica il sistema in grado di recuperare parte dei file corrotti facendo risparmiare banda
UPNP = consente di configurare firewall e router in automatico all’avvio del programma
RATIO = è calcolata come rapporto tra byte inviati e ricevuti. Alcuni tracker richiedono una ratio minima per non essere bannati (ciò per prevenire i leecher)
ID ALTO/BASSO = identifica un client nella rete Edonkey. Un ID basso è sintomo di problemi alla connessione. Il più delle volte è sufficiente aprire correttamente le porte del router. ID bassi impediscono di scaricare velocemente
OVERHEAD = banda usata dal client per comunicare con gli altri nodi (pc)
TRACKER = server BitTorrent che mantiene e distribuisce la lista dei nodi connessi ad un torrent
SEED = utente che ha completato il download e mantiene il file a disposizione di altri
LEECH = utente che non ha ancora completato il download

ATTENZIONE – è fortemente consigliato di non installare la nuova versione 4 del client per i seguenti motivi (potete sempre recuperare la vecchia versione 3.51 tra i siti di seguito menzionati):

TiempoLibreSite
Non solo eMule
Non Solo Software Blog
P2P forum Italia

5 thoughts on “Guida e trucchi Lphant 3.5 parte 2

  1. Pingback: Guida e trucchi Azureus 3 parte 1 | Simo Blog

  2. darkhouse

    Ciao ho seguito la tua guida per togliere la pubblicità su lphant ma quando salvo mi dice che non ho i permessi per salvare

    Reply
    1. admin Post author

      quando è stata scritta la guida probabilmente il "trucco" funzionava, ora con le versioni successive del programma che sono state rilasciate magari non risulta più valido

      Reply
  3. Ikki_of_Phoenix

    Admin guarda che non esistono versioni successive… le nuove versioni sono versioni indecenti e piene di schifezze.

    Reply

Rispondi