Mantenere in salute il proprio blog WordPress

Se si ha un blog WordPress self hosted (quindi non ospitato su WordPress.com) è importante utilizzare appositi strumenti per mantenerlo in salute, oltre alle operazioni di base da effettuare sempre (tenere sempre aggiornata la versione del blog WordPress, i temi ed i vari plugin).

Più il blog diventa “vecchio” ed aumentano gli articoli pubblicati più occorre fare manutenzione.
Quando gli articoli diventano molti è difficile tenere sotto controllo i vari link inseriti.
Uno strumento indispensabile (sotto forma di plugin WordPress) è Broken Link Checker, effettua una scansione di tutti i links (immagini comprese) e notifica se non sono più validi / raggiungibili.

Se la vostra libreria dei media inizia ad essere pesante un altro ottimo plugin è WP Smush, ottimizza le immagini riducendone il peso.

E’ importante mantenere in ordine anche il proprio database WordPress. Un plugin completo a riguardo è WP-Optimize, consente varie operazioni di pulizia (revisioni, bozze, commenti di spam e nel cestino, commenti non approvati ecc…) più permette di effettuare l’ottimizzazione delle tabelle del database.

La sicurezza è un tema importante. Expire passwords è un plugin che ricorda agli utenti di cambiare le proprie password regolarmente.

Se si utilizzano gli strumenti forniti da Google verificare periodicamente tramite Webmaster Tools che non ci siano problemi.

8 cose da sapere se intendete aprire un sito con WordPress

Se si intende aprire un sito realizzato con il famoso CMS WordPress ci sono delle cose indispensabili che dovreste sapere e tener conto.

1) Scegliere se aprire un sito gratuito presso WordPress.com oppure un sito self hosting scaricando il pacchetto gratuitamente presso http://it.wordpress.org

Il primo ha il vantaggio che non ci sono costi ma come restrizioni di non poterlo personalizzare più di tanto (uso di temi e plugins limitati), codice non personalizzabile. Il secondo prevede di avere un proprio dominio e spazio web a pagamento scegliendo un hosting che supporti senza problemi WordPress (i costi sono variabili), alternativamente caricare WordPress in siti che offrono spazio gratuito e sottodomini come per esempio Altervista.

Leggi il seguito

Mettere in sicurezza il proprio CMS dai malware

Prendo spunto da questo articolo di HTML.it per degli spunti e riflessioni.

La maggioranza dei siti sono realizzati tramite CMS open source quali WordPress, Joomla, Drupal e Magento e proprio per la loro diffusione vengono presi di mira dagli hacker.

Prendendo dei dovuti accorgimenti è possibile mettere in sicurezza il proprio sito e così limitare/evitare attacchi hacker.

– mantenere il CMS (ed il tema e plugins/estensioni/moduli installati) sempre aggiornati

– non scaricare/utilizzare temi e plugins/estensioni/moduli provenienti da siti strani/non attendibili

– non utilizzare scripts nulled (ovvero gli script a pagamento che vengono “craccati”)

– utilizzare plugins/estensioni/moduli per la sicurezza quali ad esempio Better WP Security, Bulletproof Security, WP Security Scan e Limit Login Attempts per WordPress, Admin Tools e RSFirewall! per Joomla, Drupal di per se è più robusto e sicuro così come Magento ma potete usare questi moduli per una protezione aggiuntiva e Enhanced Admin Security o Two Factor Authenticator per il software di e-commerce.

– utilizzare password forti (sia per il pannello di amministrazione, che password del database che dell’accesso FTP)

– effettuare backup regolari di tutti i files e del database in modo da poterli facilmente ripristinare in caso di compromissione

Recensione e contest Profile Builder Pro

Profile Bulder è un ottimo plugin WordPress di Cozmoslabs che permette di andare oltre la registrazione ed il login standard personalizzando il proprio sito web aggiungendo la registrazione via frontend e form profilo e login.

Il plugin è disponibile in forma gratuita presso il repository di WordPress con funzionalità basilari, se si vuole qualcosa in più si può optare per la versione Hobbist (49$) o la versione Pro (99$) più completa.

Vediamo il plugin in azione. Innanzitutto una volta installato è sufficiente creare delle pagine e si ha la possibilità di usare i seguenti shortcode:

[wppb-edit-profile] – per permettere agli utenti di accedere alle loro informazioni personali (richiede che l’utente sia loggato)
[wppb-login] – per aggiungere una form di login
[wppb-register] – per aggiungere una form di registrazione
[wppb-recover-password] – per aggiungere una form di recupero password

I campi da visualizzare e se siano obbligatori o meno sono personalizzabili nella sezione Default Profile Fields.

Una comoda funzionalità è quella di poter decidere di visualizzare o meno la barra di admin nel frontend (nella versione Pro è possibile scegliere per quali gruppi di utenti).

La versione Pro include anche le seguenti funzionalità:

– creazione di campi extra (heading, input, checkbox, ecc…)
– possibilità per gli utenti di aggiungere avatar
lista degli utenti via frontend tramite l’utilizzo dello shortcode [wppb-list-users]
redirect personalizzati all’azione dell’utente
– Recaptcha
– possibilità di specificare fogli di stili alternativi, attivazione conferma e-mail e attivazione approvazione admin (vedi immagine)

Se vi vengono in mente altre caratteristiche che vi piacerebbe fossero implementate lasciate pure un commento!

CONTEST:

Grazie ad una collaborazione con Cozmoslabs viene gentilmente offerta 1 licenza della versione Pro ai lettori di Simo blog.

Per partecipare ed avere possibilità di vincere utilizzare il widget seguente, buona fortuna!

Al termine del contest il vincitore verrà visualizzato sempre qui nel widget e sarà comunicato direttamente allo sviluppatore che provvederà ad inviare le informazioni circa il download/attivazione.

Simo blog rispetta la privacy: gli indirizzi dei tuoi account Facebook e Twitter / indirizzo e-mail non saranno utilizzati per qualsiasi altro scopo.

a Rafflecopter giveaway

Recensione e contest plugin WordPress WPML

WPML è la soluzione più completa e affidabile se si vuole avere il proprio sito WordPress multilingua.

Il plugin permette di tradurre facilmente pagine, articoli, custom types, tassonomie, menu ed anche le stringhe di testo dei temi. E’ compatibile con qualsiasi tema e plugin che utilizza le API WordPress ed il supporto è eccellente con un’ampia documentazione ed un forum di supporto.

Il plugin è sviluppato da OnTheGoSystems, un team di esperti di traduzioni che operano anche tramite il servizio professionale ICanLocalize.

Leggi il seguito

Ricevi gli aggiornamenti del blog

Vuoi rimanere aggiornato riguardo gli ultimi articoli pubblicati nel blog? Inserisci la tua email per sottoscriverti alla newsletter!