Pubblicità nello smartphone? Suggerimenti per risolvere (e prevenire)

Incappare in fastidiose popup e messaggi pubblicitari tramite smartphone (Android) può essere pericolosamente semplice, basta infatti inavvertitamente un tap di troppo o installare app/giochi in apparenza innocui ma che possono essere nocivi.

Cosa fare se il danno ormai è fatto?

Aprire il browser utilizzato e nelle impostazioni -> Privacy cancellare tutti i dati relativi a cache, cookies, cronologia; molto spesso in questo modo si riesce a risolvere.

Se avete installato delle applicazioni “sospette” dovrebbe essere sufficiente fare prima “Cancella dati” nella gestione delle applicazioni e poi disinstallare le app incriminate, quindi riavviare il dispositivo.

Installare un’app per la scansione e rilevazione di malware/adware come Malwarebytes Anti-Malware (disponibile gratuitamente anche in versione mobile per Android sul Play Store).

Come bloccare preventivamente la pubblicità?

Esistono 2 app efficaci e popolari: Adblock Plus per Android e AdAway.

Entrambi richiedono l’abilitazione di Origine sconosciute in Impostazioni -> Applicazioni (o Sicurezza da versione Android 4.0 e successive) per l’installazione degli APK.

ABP può funzionare su dispositivi rootati e non, mentre per Adaway serve il root.

Su dispositivi rootati è sufficiente installare Adblock Plus ed aprire l’app, quindi dare i permessi di super user quando richiesto.
Su dispositivi non rootati seguire la procedura indicata nell’articolo su Chimerarevo oppure la guida alla configurazione di AdBlock Plus per Android.

AdAway è un ad blocker opensource, scaricabile gratuitamente da F-Droid, utilizza il file hosts per bloccare le pubblicità.

Altrimenti è possibile scaricare dei browser che integrano già la funzionalità di Ad Block come ad esempio Brave Browser e utilizzarlo di default per la navigazione.

Avete un sito con registrazioni? Ecco tutto quello che c’è da sapere

Avere un sito/forum con abilitate le registrazioni può avere diverse implicazioni, in primis essere invasi da spam o account fasulli.

Per avere un efficiente meccanismo di registrazione che può eliminare buona parte di questi problemi si raccomanda di utilizzare sempre i captcha (il più famoso è il Recaptcha di Google) e di moderare l’attivazione degli account tramite email (ovvero quando un utente si registra deve confermare l’attivazione cliccando un link presente in una mail che verrà inviata automaticamente dal sistema).

Queste funzionalità si trovano già presenti nei CMS e forum più comuni o possono essere essere implementate tramite appositi plugins.

Un’ulteriore risorsa per combattere lo spam è il sito Stop Forum Spam, una community sempre aggiornata dove le persone segnalano account di tipo spam. E’ quindi possibile fare una ricerca (per username, indirizzo ip o e-mail) e vedere se risulta presente nell’archivio di SFS, se lo è si tratta di spam.
SFS fornisce anche comodi plugins e mods da utilizzare con le più famose piattaforme CMS, blog e forum.

Un’altra buona cosa da fare è inibire la registrazione agli indirizzi email temporanei. Anche per questo esistono appositi moduli e plugins che consentono di bloccare le registrazioni fatte tramite email generate da servizi che forniscono indirizzi temporanei. E’ sufficiente cercare il nome della piattaforma utilizzata + temp/disposable mail.
Spesso questi moduli e plugins sono personalizzabili e permettono di inserire in blacklist altri siti per cui può tornare utile questa lista spesso aggiornata in cui sono presenti i vari servizi di email temporanee.

Stop Forum Spam un ottimo sito per combattere lo spam

Chi possiede un blog, forum o più in generale un sito web gestito da CMS purtroppo gli sarà facilmente capitato di imbattersi in spam.

Per limitarlo ci viene in aiuto un ottimo sito, Stop Forum Spam che contiene un database aggiornato continuamente dagli utenti.
Ho trovato molto utile la funzionalità di ricerca per diversi criteri (IP, username, mail).

Gli utenti hanno possibilità di inviare segnalazioni compilando una form presente nel sito (previa registrazione gratuita per ottenere chiavi API)

Molto utili anche le sezioni Downloads e Mods & Plugins (sotto Resources). La prima permette di consultare il database dello spam in modalità offline scaricano i zip delle liste username, indirizzi e-mail, IP. La seconda permette di scaricare plugins per varie piattaforme di forum (phpbb, vBulletin, ecc…) e CMS (WordPress, Drupal, ecc…) e quindi di proteggere il proprio sito dagli spammers.

5 modi per evitare lo spam nella propria casella email

Chi non si è mai imbattuto nel fenomeno dello spam?
Di seguito 5 semplici ed efficaci consigli da seguire se si vuole avere una casella di posta elettronica “linda”.

1. offuscare e-mail quando si scrive nei vari siti/blog/forum/social network ecc… mai utilizzare il proprio indirizzo in chiaro. Esempio: pippo (chiocciola) mail (punto) com

2. utilizzare un’account alternativo per registrarsi ai vari siti/blog/forum/social network ecc…, quindi non utilizzare quello “ufficiale”

3. utilizzare gli ottimi servizi di e-mail temporanea; ce ne sono davvero tanti, ne potete trovare una bella lista qui

4. utilizzare un’efficiente filtro antispam (ce ne sono diversi e per vari client di posta)

5. mai rispondere a mail che hanno indirizzi sconosciuti a noi (generalmente servono come esca per gli spammer per capire se un’indirizzo mail è valido o meno)

Ricevi gli aggiornamenti del blog

Vuoi rimanere aggiornato riguardo gli ultimi articoli pubblicati nel blog? Inserisci la tua email per sottoscriverti alla newsletter!