Pannelli di controllo hosting commerciali e gratuiti

Quando si parla di hosting web nella scelta del fornitore che si va a fare è molto importante considerare il tipo di pannello di controllo messo a disposizione per la gestione del sito, vediamo quali sono i più utilizzati (sono tutti commerciali ma generalmente sempre inclusi nel prezzo del pacchetto scelto):

cPanel forse il più utilizzato, come licenza è anche il più costoso, facile da utilizzare, mette a disposizione un elevato numero di funzionalità, consuma abbastanza risorse

Plesk disponibile sia in ambiente Linux che Windows, funzionalità estendibili grazie ai plugins, meno costoso e consuma meno risorse di cPanel

DirectAdmin meno utilizzato degli altri due prodotti, ma meno costoso di essi, inoltre è semplice da utilizzare e consuma poche risorse

Potete trovare un bel riassunto con confronto delle caratteristiche di questi 3 prodotti a questo link.

Anche se generalmente non vengono utilizzati dai web hosting c’è da dire che esistono delle valide alternative gratuite, ecco le migliori:

Webmin funziona sia in ambiente Windows che Linux, è considerata la miglior alternativa gratuita; è opensource e come funzionalità si avvicina a cPanel

Kloxo per server Linux, leggero, può gestire clienti, resellers, domini, backup, mail e molti altri aspetti

SysCP per server Linux, supporta molti server web, e-mail ed FTP

VHCS compatibilità con molte distribuzioni Linux, molte funzionalità

Gli 8 motivi per giudicare un sito web fatto male

Navigando recentemente in un sito di un centro benessere mi sono accorto di un “qualcosa” che non andava e che mi ha fatto giudicare il sito negativamente. Cosa c’era che non andava?
Graficamente ben fatto, contenuti ben scritti e disposti, come primo e grande errore un link (peraltro importante in quanto rimandava al listino prezzi) che portava ad una pagina web inesistente!
Altro errore che mi sono accorto solo in seguito e che mi ha portato a confusione, la presenza di un link in homepage all’interno del “corpo” cui si rimandava ad un’altra pagina con dei contenuti i quali erano uguali, ma con informazioni utili differenti, ad un’altro link nel menù!

Ho pensato quindi, dalle mie esperienze nel web, di elencare gli 8 motivi per cui giudicare un sito fatto male:

– look
– utilizzo di codice non standard e/o “obsoleto”
– mancanza di informazioni primarie
– Presenza di link a indirizzi/pagine inesistenti oppure il classico “lavori in corso…” ecc.
– contenuti non scritti bene
– sito non usabile
– sito non compatibile con i vari browser e risoluzioni
– sito troppo lento a caricare

Ora cerco di approfondire brevemente questi punti e se avete altri motivi che secondo voi meritano citateli pure.

Leggi il seguito

Software gratuiti webcam per siti web

Un elenco di software/servizi gratuiti per implementare facilmente una videochat nel proprio sito web:

Dialogoo real time flash chat, tra le funzioni: 22 skin differenti, facile integrazione tramite copia e incolla di codice, pannello di amministrazione con utenti, personalizzabile, bypass proxy e firewall, molto altro

Userplane anche questa in flash, registrazione gratuita, possibilità di includere o meno ad

iwebcam possibilità di creare propria chat room con video, audio, chat interattive live; facile e veloce implementazione

vagipe anche questa in Flash, supporto di oltre 100 utenti contemporaneamente, ecc…

Ricevi gli aggiornamenti del blog

Vuoi rimanere aggiornato riguardo gli ultimi articoli pubblicati nel blog? Inserisci la tua email per sottoscriverti alla newsletter!