Lista dei più famosi firmware Android personalizzati

Chi ha effettuato lo sblocco del bootloader ed il root del proprio dispositivo Android avrà sicuramente sentito parlare di firmware custom.

Si tratta di distribuzioni Android personalizzate e sono basate su Android Open Source Project (AOSP), che potete trovare nel relativo sito. In esso è raccolta tutta quella parte del codice di Android che è open-source.

Utilizzare un firmware custom porta diversi vantaggi:

– rimuove programmi non desiderati preinstallati
– aggiornamenti di sicurezza più frequenti
– avere la possibilità di utilizzare la più recente versione di Android (i produttori non supportano i dispositivi per un lungo periodo, con l’alto rischio di trovarsi un dispositivo con software non aggiornato)
– migliori prestazioni
– features extra

Di seguito la lista dei firmware custom (chiamati anche ROM custom) più comuni:

Lineage OS nato dalle ceneri di CyanogenMod.

MIUI, sviluppato da Xiaomi Tech, noto produttore cinese, ultima versione rilasciata MIUI 6, basata su Android 4.4.4 KitKat. Vedi le features.

Paranoid Android, sviluppato dall’omonimo team, ultima versione rilasciata Paranoid Android 4.6, basata su Android 4.4.4 KitKat.

AOKP, sviluppato dall’omonimo team, ultima versione rilasciata – (non è numerica, i rilasci sono divisi in Nightlies e Milestones), basata su Android 4.4.4 KitKat.

Come giocare al MAME in Windows

Il MAME (Multiple Arcade Machine Emulator) è un software in grado di emulare varie piattaforme di gioco arcade, tipicamente quelle delle macchinette da bar; ovviamente oltre al programma di emulazione che è gratuito occorrono i vari giochi costituiti dalle ROM (queste generalmente protette da copyright).
E’ possibile scaricare sia il file sorgente (in C) che i file binari compilati (versioni sia per S.O. 32 e 64 bit), scegliamo quindi la versione compilata in base al nostro sistema operativo.

Il programma viene lanciato da console DOS tramite il comando MAME, ovviamente occorre specificare il nome della ROM da caricare dopo averla opportunamente scaricata e messa (direttamente il file zip non decompresso) dentro la cartella “roms” dove si trova il MAME, si digita quindi “MAME nomegiocorom” e verrà caricata la ROM del gioco.

Se si hanno errori è molto probabile che la ROM sia corrotta o abbia dei files mancanti, in questo caso può ritornare utile Progetto EMMA, il sito di riferimento italiano per il MAME.

Per facilitare l’operazione di caricamento delle ROM sono stati creati degli appositi Frontend (interfaccie grafiche per il MAME), tra i più utilizzati e comuni in Windows troviamo MameUI (sia per 32 che 64 bit) e Mame Plus! (sia per 32 che 64 bit), con la mia preferenza che va al primo per l’immediatezza nell’utilizzo, inoltre al sito MameChannel potete trovare una bella guida in italiano!

Ricevi gli aggiornamenti del blog

Vuoi rimanere aggiornato riguardo gli ultimi articoli pubblicati nel blog? Inserisci la tua email per sottoscriverti alla newsletter!