Software commerciali economici per categoria

Può capitare che per scopi professionali o personali i software gratuiti/opensource non siano sufficienti per le nostre esigenze, specialmente per determinate attività.
Occorre quindi indirizzarsi verso il software commerciale per avere tutte le caratteristiche di cui abbiamo bisogno.
Non necessariamente bisogna puntare su costosi software a pagamento, esistono delle valide alternative economiche, vediamo quali sono.

Editing video:
Adobe Premiere e Pinnacle Studio sono i software di riferimento per questa categoria, alternative più economiche e comunque complete sono Corel VideoStudio Pro, CyberLink PowerDirector e MAGIX Video Deluxe.

Editing audio:
Adobe Audition e Sony SoundForge sono i software di riferimento per questa categoria, un’alternativa più economica e comunque completa è REAPER.

Fotoritocco:
Adobe Photoshop e Corel PhotoPaint sono i software di riferimento per questa categoria, un’alternativa più economica e comunque completa è PaintShop Pro.

Grafica vettoriale:
Adobe Illustrator è il software di riferimento per questa categoria, un’alternativa più economica e comunque completa è Xara Designer.

CAD:
Autodesk AutoCAD è il software di riferimento per questa categoria, alternative più economiche e comunque complete sono Google SketchUp Pro e CorelCAD.

Suite per l’ufficio:
Microsoft Office è il software di riferimento per questa categoria, alternative più economiche e comunque complete sono SoftMaker Office e Kingsoft Office.

Editing PDF:
Adobe Acrobat è il software di riferimento per questa categoria, alternativa più economica e comunque completa è deskPDF.

Tipi di software commerciali e gratuiti

I software commerciali presenti nella Rete seguono dei modelli di business che possono essere riassunti come segue:

trial: ovvero di prova, il prodotto viene offerto per un determinato periodo di tempo per il “testing” dello stesso, al termine esso o smette di funzionare oppure riduce le funzionalità o ne inibisce alcune.

demo: il software viene distribuito con funzionalità di base e/o limitate, mentre ovviamente la versione completa a pagamento.

freeware: il software viene distribuito gratuitamente, ovvero l’opposto del software commerciale (shareware)

opensource software freeware distribuito a codice aperto, ovvero tutti possono contribuire allo sviluppo o ricompilarlo a piacimento

donationware software generalmente free in cui l’autore richiede a piacere e volontà dell’utilizzatore un contributo per il lavoro fatto

adware software che contiene delle forme di pubblicità

Ricevi gli aggiornamenti del blog

Vuoi rimanere aggiornato riguardo gli ultimi articoli pubblicati nel blog? Inserisci la tua email per sottoscriverti alla newsletter!