Guida e trucchi Azureus 3 parte 2

Dopo la prima parte della guida sono lieto di illustrarvi la seconda e ultima parte di questa guida e trucchi riguardanti il noto client torrent Azureus 3 (Vuze).

Tramite la funzione IPFilter potranno essere automaticamente bloccati quegli indirizzi considerati come non sicuri. Prima di tutto dopo aver aperto Azureus cliccare su Strumenti poi Plugins e scegliere Assistente di installazione, qui selezionare dalla lista di Sourceforge.net e cliccare Avanti, selezionare dalla lista SafePeer e poi ancora Avanti, scegliere se installare il plugin per l’utente Windows corrente o tutti gli utenti del pc dopodichè cliccare su Fine e quindi Installa (il plugin verrà automaticamente scaricato da Internet ed installato).
Quindi andate in Strumenti poi Plugin poi selezionate Safepeer, qui disabilitate il check su Enable blocklist manager e come Main database URL io ho provato come letto da altre parti di utilizzare la lista di BlueTack (http://www.bluetack.co.uk/config/level1.zip), inserite quindi questo URL e poi riavviate ancora Azureus.
— Tratto da Filtro IP – P2P Forum Italia —
Se viene visualizzato il numero di IP in basso è sicuramente per effetto del plug-in Safepeer che scarica le liste da Bluetack.
Se invece non riesce a caricarle è probabile che ci siano problemi col server, quindi o si caricano le liste manualmente utilizzando lo stesso Azureus oppure aspettare che Safepeer riesca a contattare il server.

Per finire un paio di funzioni da sottolineare: quando si aggiunge un torrent da scaricare nella finestra che compare in basso è presente la lista dei files contenuti con quel torrent, possiamo come di default scaricarli tutti oppure spuntare solo quelli che interessa (per es. dei determinati files mp3 in un intero album). Come seconda funzione utile cliccando con il tasto destro su un torrent in download si hanno le opzioni Metti in coda e Forza avvio: con la prima opzione il torrent partirà appena tutti gli altri torrent in lista saranno scaricati, mentre con la seconda opzione il torrent verrà forzato a partire immediatamente.

Guida e trucchi Azureus 3 parte 1

Dopo il successo della guida su Lphant 3.5 (parte 1 e parte 2) scrivo questa guida su un altro strumento molto diffuso nel p2p, ovvero i torrent.

Esistono tanti clients bit-torrent ma mi voglio focalizzare forse sul più conosciuto, Azureus (ora chiamato Azureus Vuze). In particolare verrà descritto il modo in cui “proteggersi” da occhi indiscreti (tramite un plugin apposito).

La prima cosa da fare innanzitutto è scaricare ed installare l’ultima versione di Azureus Vuze, si ricorda che il programma è scritto in Java e per questo richiede l’ultima versione della Java Virtual Machine (Java SE) installata nel proprio sistema (è scaricabile anche dal sito di Vuze). Non mi soffermerò in questo articolo a spiegarne l’installazione di entrambe.

Una volta installati, al primo avvio di Vuze apparirà una finestra di configurazione: nella prima schermata occorre scegliere il proprio Paese, quindi occorre scegliere il proprio livello di “esperienza” tra principiante, intermedio, avanzato; possiamo cliccare su avanzato in quanto sono presenti più opzioni che verranno poi utili in seguito. Nella successiva schermata occorre scegliere la propria velocità di connessione. Nella successiva schermata occorre impostare le porte di Vuze (naturalmente poi occorrerà configurarle nel proprio modem-router / firewall! Questo sito può essere di aiuto) ed è presente il bottone per testare se effettivamente le avete configurate bene oppure ci sono problemi. Nella schermata successiva occorre specificare la locazione dei torrents aperti (non i files attualmente in scaricamento, ma proprio dei files .torrent, si può lasciare benissimo l’opzione di default volendo).

E’ necessario configurare ulteriori opzioni per usare Vuze al meglio: andare in Strumenti -> Opzioni. La prima opzione è il criptaggio (visto che alcuni provider bloccano l’uso dei P2P): cliccare sul + vicino a Connessioni e andare su Cifratura trasferimento, qui mettere il segno di spunta su Richiedi il trasferimento codificato e sui primi due Autorizza…

Altra opzione cliccare sul + di Trasferimento: qui assicurarsi di avere come KB/s velocità massima globale di download impostata a 0 (illimitata), inoltre spuntare su Dai priorità alla prima e ultima parte dei file (utile per far funzionare l’anteprima!)

Altra opzione è File, qui si può impostare la cartella predefinita per i downloads. Nel menu sotto File cliccare su Visualizza: qui alla voce relativa a Barra di stato checkare Rapporto di condivisione, Stato NAT, Stato IPFilter (così facendo potrete visualizzare delle statistiche importanti).

Altra opzione è Plugin, in particolare il sottomenu DB distribuito: qui togliere il segno di spunta su Abilita il database distribuito

Infine nell’opzione Code come opzioni più importanti è possibile impostare i download massimi simultanei e il massimo numero di torrent attivi.

La prima parte della guida termina qui! Nella seconda parte viene illustrato l’uso del plugin SafePeer con Azureus Vuze.

Ricevi gli aggiornamenti del blog

Vuoi rimanere aggiornato riguardo gli ultimi articoli pubblicati nel blog? Inserisci la tua email per sottoscriverti alla newsletter!